Letta sul Dl aiuti: “Bene intervento choc per prevenire la recessione”

Letta sui pescherecci italiani mitragliati in Libia: “Inconcepibile”

 

ROMA – Letta interviene sui pescherecci italiani mitragliati in Libia. Proprio così. Ecco che cosa afferma il segretario del Partito Democratico, che ritiene “inconcepibile” quanto accaduto ieri in Libia, dove tre pescherecci italiani sono stati mitragliati da una motovedetta locale, con il comandante che è rimasto ferito.

“Solidarietà a Giuseppe Giacalone, il comandante del peschereccio italiano. Non ci si potrà accontentare di scuse o vaghe spiegazioni”, scrive Letta su Facebook. Insomma, è una situazione che bisognerà risolvere il prima possibile anche perché non è la prima volta che Italia e Libia si trovano a doversi districare tra questioni di acque internazionali, in quanto il Paese africano segui criteri territoriali differenti rispetto a quelli dell’Italia e degli altri stati.

Letta sui pescherecci italiani mitragliati in Libia: “Inconcepibile”

Ma attenzione. Non c’è solo Enrico Letta che ha voluto parlare di questo tema. Esattamente. Anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, si è espressa pubblicamente dopo che tre imbarcazioni sono state colpite a fuoco da una motovedetta libica, con il comandante che è rimasto ferito. Queste le sue parole:

“La Guardia Costiera libica ha sparato dei colpi di arma da fuoco contro tre pescherecci italiani, ferendo anche uno dei comandanti. Un fatto di una gravità inaudita – così sulla sua pagina Facebook – Si faccia sentire forte e autorevole la voce del Governo e del Ministro degli Esteri. L’Italia non deve piegare la testa”.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *