Lucia Azzolina sotto scorta

Insulti e minacce sui social, Lucia Azzolina sotto scorta

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

ROMA – Lucia Azzolina sotto scorta. Proprio così. La ministra dell’Istruzione, da ben tre giorni (cioè dall’inizio di questa settimana), viene scortata da uomini della Guardia di finanza.

Da alcuni giorni, in base a quanto si apprende, l’esponente pentastellata è oggetto di minacce e insulti sui social. La Azzolina, pur essendo ministro, non aveva la scorta. Secondo la senatrice del Movimento 5 Stelle, Bianca Laura Granato, la ministra “ha subito delle minacce per il concorso” e in più “hanno tentato di hackerarle il profilo Facebook e il conto corrente”.

Analoghi provvedimenti sono stati presi anche per il governatore della Lombardia Attilio Fontana e per il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. Quest’ultimo ha dichiarato in una nota:

“Tutta la mia vicinanza e il mio sostegno alla ministra e collega Lucia Azzolina, alla quale auguro di continuare per quanto possibile a fare il proprio lavoro con serenità e al meglio che può, come ha sempre fatto. Un abbraccio solidale, da chi sa cosa sta passando. All’Italia dico che noi non siamo il Paese dell’odio, ma rischiamo di diventarlo se lo lasciamo vincere”.

Lucia Azzolina sotto scorta

Ieri mattina la Azzolina, pubblicando il video della sua intervista al Tg La7, aveva scritto su Facebook:

“Nel finale c’è stata anche l’occasione per una riflessione contro il cyberbullismo ed il ruolo degli educatori al riguardo, dopo gli insulti sessisti che ho ricevuto proprio da alcuni di loro. P.S. Grazie per i molti messaggi di solidarietà che mi state mandando!”.

Ora è stata messa sotto scorta. Sempre nel post di ieri mattina, la ministra aveva scritto: “Da Mentana ho parlato del concorso docenti che si farà premiando il merito e garantendo la qualità della scuola. Poi abbiamo parlato degli Esami di Stato e del ritorno fra i banchi a settembre, su cui in settimana sarà pronto il documento del Comitato tecnico-scientifico del Ministero della Salute per ripartire in sicurezza”.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *