Medico indagato , la compagna morì di cocaina in ospedale

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Medico indagato,  la compagna morì di cocaina in ospedale. Accusato formalmente dalla magistratura di Bolzano è un medico stimato nella comunità del Trentino Alto Adige. Lo specialista  di 50 anni rischia l’imputazione di omicidio volontario con dolo eventuale. Con questo fatto di accusa, il magistrato Walter  Pelino ha restituito agli atti del pubblico ministero affinché indaghi sulla vicenda. Il caso giuridico risale al 2014, quando il dottore era solo accusato di omissione di soccorso.

Medico indagato, la vicenda

Nel Gennaio del 2004, il medico trovò nella cantina della sua convivente a Firmian, il corpo inanimato della donna. La vittima aveva assunto cocaina in via endovenosa. L’uomo non la soccorse, ma anzi fece acquistare ad un amico degli ansiolitici, da dare alla donna che però non si riprese. Solo a quel punto il dottore diede l’allarme e chiamò aiuto. La vittima si spense solo pochi giorni dopo presso l’ospedale nel quale era ricoverata.

L’accusa……

Secondo l’accusa il medico ritardò di proposito nel prestare soccorso alla compagna, perché non voleva essere coinvolto in questioni di droga. Era preoccupato altresì della sua reputazione all’interno della comunità, nonché del suo posto di lavoro. Una vicenda ancora da chiarire.

Reati di omissione di soccorso e omicidio volontario…..

L’omissione di soccorso è un reato contro la persona e più specificatamente contro l’incolumità individuale. E’ un fatto omissivo. In genere viene accusato di questa imputazione insidiosa chi compie verso  una persona conoscente oppure no, ma comunque con cui viene a contatto un mancato soccorso. In genere  viene molto applicato verso gli incidenti stradali. Ma non solo, è punibile dalla legge. Chi compie omissione di soccorso rischia la reclusione fino ad un anno e una multa di 2.065 euro. E’ ben diverso l’omicidio. L’omicidio volontario è un reato più grave. E’ punito ai sensi dell’articolo 575 del codice penale. Chi compie omicidio volontario rischia una pena detentiva fra i 21 e i 30 anni di carcere.

Fonte foto pixabay

 

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24