Kalinic-Andrè Silva: l'attacco flop del Milan

Milan: ecco il cambio di proprieta’

Era ormai nell’aria il Milan non sarà più di proprietà’ cinese, ma dovrà necessariamente passare di mano. Troppi i debiti accumulati in una gestione non oculata. Nella prima e unica stagione di proprietà’ targata Yonghong Li, i rossoneri hanno investito oltre 200 milioni di euro, con la speranza di entrare in Champions League, incassare denaro fresco e rilanciare il brand societario nel mondo. Tentativo miseramente fallito a causa di una serie di congiunture negative. Errori grossolani commessi in serie, sia dal punto di vista squisitamente tecnico che da quello meramente economico. Acquisti errati compiuti senza aver sviluppato un vero progetto tecnico, calciatori supervalutati e pagati cifre assolutamente non veritiere. Una catastrofe che ha portato ormai alla prossima cessione del club, al fondo americano Elliot.

Milan, caos e delusioni senza fine

Già la prossima settimana i rossoneri cambieranno proprietà’, un segnale inequivocabile di debolezza e fragilità’. La nuova proprietà’ non sara’ di certo Babbo Natale. Cercherà’ infatti di iniettare capitali per ripianare i debiti, per poi vendere ancora il Milan a un proprietario serio. Insomma una nuova fase di transizione che i tifosi dovranno ancora digerire, senza aver praticamente nessuna possibilità di vincere. Una fase che dura da ormai otto anni, molti, troppi per una tifoseria che vorrebbe tornare a vedere la propria squadra essere protagonista almeno in territorio nazionale. Invece si prospetta un altro calvario sportivo, tanto che pare siano pronte già’ alcune cessioni per rimpolpare le esangui casse del club. Partiranno Kalinic destinazione Atletico Madrid, dove sotto le cure di Simeone il croato potrebbe tornare ad essere un giocatore importante, Bacca invece e’ destinato al Villareal che dovrebbe riscattarlo per 15 milioni di euro circa. Intanto anche a livello societario e’ ad un passo l’ennesimo terremoto. Elliot dovrebbe allontanare il duo del fallimento Fassone-Mirabelli, puntare tutto su uomini Milan come Albertini o Maldini, proprio in perfetto stile Agnelli-Juve.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci

Marco Tavolacci
Nato a Cagliari il 12.08.1975, assistente Capo della Polizia di Stato. Amo scrivere e ho pubblicato un romamzo intitolato " La vita attraverso". Amo inoltre lo sport, il calcio in modo particolare, la musica, soprattutto heavy metal, il mare ed il sole. Esperto di calcio e cronaca