Morto di cancro a 65 anni Eddie Van Halen foto

Morto di cancro a 65 anni Eddie Van Halen: la carriera

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.comSegnala a Zazoom - Blog Directory
 

Morto di cancro a 65 anni Eddie Van Halen.

Se n’è andato dopo una lunga battaglia contro il cancro Eddie Van Halen, l’ultimo vero guitar hero.

E’ infatti grazie a lui se il mondo della chitarra scoprì universi quasi inesplorati fino ad allora. Uno su tutti il tapping, una tecnica oggi fondamentale per ogni chitarrista che si rispetti che in tempi recenti hanno acquisito anche i bassisti.

Morto di cancro a 65 anni Eddie Van Halen: la carriera

Il mondo della musica è sconvolto a causa della morte di Eddie Van Halen, che arriva a poco più di un mese di distanza da quella di Frankie Banali dei Quiet Riot. Due musicisti eccelsi, stroncati da malattie incurabili.

Edward Lodewijk van Halen, detto Eddie era nato a Nimega il 26 gennaio 1955.

Polistrumentista, è stato giudicato il miglior chitarrista di sempre in una classifica della prestigiosa rivista Guitar World.

La carriera

Con il fratello Alex fondò nel 1972 i Van Halen insieme al bassista Mark Stone, sostituito due anni dopo da Michael Anthony. Nello stesso anno entrò in formazione anche David Lee Roth. Nel 1978 uscì il primo album, “Van Halen” con al suo interno l’epocale “Eruption”, 1:42 di puro virtuosismo. Dopo alcuni album di minore successo arrivò “1984”, con il singolo “Jump”, che sdoganò per sempre l’uso di tastiere e sintetizzatori nell’Heavy Metal. Un evento però scosse il gruppo: David Lee Roth intraprese la carriera solista.

L’era Sammy Hagar

Sammy Hagar entrò in formazione nel 1986 e rimase nella band per un decennio. Con lui incisero quattro album, “5150” (1986), “OU812” (1988), “For Unlawful Carnal Knowledge” (1991) e “Balance” (1996). A questi si deve ovviamente aggiungere il disco dal vivo “Live: Right Here, Right Now”.  Sembra incredibile ma dopo aver conquistato anche un Grammy Award e un MTV Video Music Award anche Sammy Hagar lasciò.

Il ritorno momentaneo di David Lee Roth

David Lee Roth tornò con la sua band ma giusto il tempo di incidere due inediti per il primo greatest hits che, inutile dirlo, raggiunse anche il primo posto in classifica. Qualcosa però non funzionò.

Gary Cherone e la reunion con Hagar

Pochi avrebbero potuto sostituire a dovere un cantante come David Lee Roth. L’ingrato compito toccò a Gary Cherone degli Extreme. Con lui la band incise un unico album, “III” e si arrivò persino allo scioglimento.

Nel 2003 la reunion con Hagar  con cui pubblicarono la raccolta “The Best of Both Worlds”. Tre anni dopo il ritorno in pianta stabile di David Lee Roth e il licenziamento di Michael Anthony, a cui subentrò Wolfgang Van Halen, figlio di Eddie. Nel 2012 l’album “A Different Kind of Truth”, che rimarrà l’unico con Wolfgang Van Halen al basso. A esso seguirà il live “Tokyo Dome Live in Concert”, ad oggi l’ultima pubblicazione ufficiale del gruppo. Con 80 milioni di dischi venduti in tutto il mondo i Van Halen sono stati una delle band americane di più grande successo di sempre. Oggi però (forse) è stata scritta la parola fine di una incredibile storia musicale.

Alcune curiosità

Eddie Van Halen collaborò con Michael Jackson ai tempi dell’album più venduto di sempre, “Thriller”. Suo infatti l’assolo in “Beat it”. Nel 1983 dà vita insieme a Brian May dei Queen e Alan Gratzer dei REO Speedwagon allo Starfleet Project. Potete trovare omaggi a lui e ai Van Halen nel videogame Monkey Island, nella serie a cartoni animati “Futurama” e nel primo capitolo della saga di “Ritorno al Futuro”. Quando Dimebag Darrell, chitarrista dei Pantera e fratello di Vinnie Paul morì, suonò al suo funerale e fece seppellire nella sua bara marchiata Kiss la leggendaria chitarra gialla e nera dei tempi dell’album “II”. Nel video della canzone “Poundcake” lo si vede suonare la chitarra con un trapano! Nessuno probabilmente prima di lui lo aveva mai fatto…

Forse ti può interessare anche:

Foto tratta dall’account twitter di Wolfgang Van Halen

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Marco Vittoria

Avatar