Mozione di sfiducia della Lega alla Azzolina

Mozione di sfiducia della Lega alla Azzolina

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

MILANO – Mozione di sfiducia della Lega alla Azzolina. Il Carroccio, infatti, ha presentato al Senato un documento nei confronti del ministro dell’Istruzione (foto). Ecco cosa si legge nel documento firmato da tutti i senatori della Lega:

“La disastrosa gestione della scuola del Ministro Azzolina sta tenendo in tensione famiglie, studenti e personale, un Ministro che ha perso molti mesi preziosi in chiacchiere, senza fornire alcuna certezza sul proprio destino a 8 milioni di studenti. Il Governo non ha alibi e l’incapacità di chi lo rappresenta pesa ormai irrimediabilmente sulla vita e sulla formazione dei nostri ragazzi. Servono risposte immediate, non c’è più tempo e senza ripartenza in sicurezza della scuola non riparte l’intero Paese”.

Mozione di sfiducia della Lega alla Azzolina

Ieri Matteo Salvini era tornato ad attaccare la Azzolina. Proprio così. Ci risiamo. Ecco che cosa ha scritto sulla sua pagina Facebook il leader della Lega in occasione della riapertura delle scuole:

“Oltre il 70% degli italiani, un dato enorme, boccia l’operato del ministro Azzolina. E tu come la pensi? P.s. Mi arrivano questi messaggi tra le migliaia: “Matteo, lezioni senza i banchi”. “Da me su 11 materie mancano 7 professori”. “Da me 6 su 11″. Commentate questo post con le vostre segnalazioni”.

Insomma, anche in questa occasione le polemiche non mancano. C’è poco da fare. Decisamente. D’altronde non è la neanche prima volta che il Capitano attacca Lucia Azzolina. Già lo scorso aprile, rivolgendosi alla ministra dell’istruzione, Salvini aveva infatti scritto:

“Insegnanti precari buttati fuori dalle scuole dopo anni di lavoro, promozioni e “6 politico” per gli studenti senza neanche una valutazione, nuovi concorsi in piena epidemia, scuole paritarie in grande difficoltà, purtroppo ancora contagiati e deceduti tra il personale Ata, con le scuole ancora incredibilmente aperte”.

Matteo Salvini, poi, conclude con queste parole:

“Chiediamo al ministro della Scuola di ascoltare gli insegnanti, i sindacati, gli studenti, le famiglie. La scuola si fa insieme”.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Elena De Lellis

Avatar