Natale ai tempi della pandemia

Natale ai tempi della pandemia, niente sarà come prima

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Natale ai tempi della pandemia, niente sarà come prima. Le feste si avvicinano e il pensiero a come saranno è ciò che ci domandiamo di più in Italia

L’emergenza sanitaria non è finita e siamo a novembre, dunque il Natale ai tempi della pandemia sembra sempre più vicino.

Non sarà certamente un Natale come tutti gli altri, non sarà un Capodanno come gli altri; una cosa è però certa: brinderemo al un 2021 davvero diverso.

E’ stato un anno infatti assurdo, incredibile, inimmaginabile e doloroso che tutti vogliono finisca al più presto; ma cosa sarà questo Natale?

Anche al livello economico dunque le cose non saranno come prima, l’Italia è in sofferenza a causa delle necessarie precauzioni prese per bloccare la diffusione del virus.

Ecco perché, tutto ciò che gira intorno alle festività, è in difficoltà: ad esempio sono a rischio i circa 13,5 milioni di alberi veri e di Stelle di Natale.

E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti dopo che in molte regioni è scattato lo stop alle attività di vendita di piante.

Un vero e proprio tsunami dunque per il settore florovivaistico nazionale al quale l’emergenza ha creato anche problemi all’export con blocchi al confine e in dogana di tanti paesi Ue ed extra Ue, a causa di ritardi e difficoltà nei trasporti e nella vendita.

Che sarà di cenoni e pranzi natalizi?

Lo shopping natalizio degli italiani per fortuna sembra garantire ossigeno vitale a molte attività produttive Made in Italy; si parla infatti di una spesa di ben 5,1 miliardi di euro solo per i regali.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulle previsioni del premier Conte di un Natale più sobrio con la possibilità però “di scambiare doni e permettere all’economia di crescere”.

Si tratta di un importo complessivo di 221 euro a famiglia secondo l’analisi della Coldiretti sulla base della Xmas Survey della Deloitte; con abbigliamento ed accessori, prodotti alimentari e giocattoli che invece salgono nell’ordine sul podio dei regali più gettonati insieme a libri e musica.

Tra i doni preferiti c’è l’enogastronomia anche per l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola.

 

Articoli simili: Come finisce una pandemia?

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.