Neonata in pericolo salvata dall'Aeronautica Militare

Neonata in pericolo salvata dall’Aeronautica Militare

 

Neonata in pericolo salvata dall’Aeronautica Militare con trasporto da Cagliari a Milano Linate

Cagliari – È di appena 3 giorni la Neonata in pericolo salvata dall’Aeronautica Militare con volo Cagliari-Milano.

L’attività dell’Aeronautica Militare non conosce pause neanche nelle festività natalizie; infatti con un aereo Falcon 900 del 31esimo Stormo i militari si sono alzati in volo per soccorrere una neonata di appena 3 giorni.

Il velivolo fa parte del parco mezzi dell’Aeronautica Militare pronto 24 ore su 24 per questo tipo di interventi. Nel caso in questione, constatate le condizioni critiche della neonata, l’Azienda Ospedaliera Brotzu di Cagliari ha richiesto l’assistenza; dunque l’iter dell’intervento si è sviluppato passando dalla Prefettura di Cagliari e la Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea dell’Aeronautica Militare.

L’imbarco è avvento nell’aeroporto di Cagliari ed a salire sono stati la neonata, dentro una culla termica, insieme ai genitori ed al personale medico. Come previsto, senza problemi, l’aereo in serata ha toccato il suolo dell’aeroporto di Milano Linate. Successivamente con l’ambulanza hanno trasportato la neonata all’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Policlinico San Donato di San Donato Milanese (MI).

👶🐦

Neonata in pericolo salvata dall’Aeronautica Militare: i Reparti di volo ed il pronto intervento 24 ore al giorno tutto l’anno

Queste missioni hanno alla base la capacità di agire con tempestività e l’Aeronautica Militare grazie ai suoi Reparti di volo riesce ad agire velocemente; infatti mette a disposizione mezzi ed equipaggi 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno anche nei giorni di festa ed in condizioni meteorologiche avverse.

Si contano centinaia di interventi l’anno effettuati dai reparti dell’Aeronautica Militare con mezzi sempre pronti al decollo e con la capacità di imbarcare equipe.

compiti operativi alla base di esigenze nazionali sono:
  • assicurare la difesa dello spazio aereo;
  • mantenere la necessaria prontezza per condurre operazioni aeree di attacco;
  • assicurare la ricerca e il soccorso aereo;
  • assicurare l’attività di supporto alle operazioni aeree;
  • concorrere con la Marina Militare nelle attività di ricerca antisommergibile;
  • partecipare ad azioni congiunte con le altre Forze Armate;
  • svolgere attività informativa;
  • assicurare la protezione delle installazioni aeronautiche;
  • concorrere alla difesa del territorio.

È possibile leggere altre notizie di cronaca nella pagina dedicata del sito.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *