Nibali dice sì al Giro

Nibali dice sì al Giro d’Italia. I dettagli

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nibali dice sì al Giro d’Italia. Sarà proprio la corsa rosa edizione 2020, un punto fermo del calendario dello Squalo dello Stresso. La prossima stagione si preannuncia ricca di eventi sportivi, in primo piano soprattutto le Olimpiadi di Tokyo 2020 che rientrano negli obiettivi di primo livello del corridore. Il percorso del Giro si adatta molto alle caratteristiche del messinese che nella prossima stagione correrà per la Trek-Segrafredo in veste proprio di capitano.

Di questa nuova avventura, ne ha parlato negli scorsi giorni Luca Guercilena, team manager della Trek-Segafredo proprio alla Gazzetta dello Sport. Al riguardo ha sottolineato: “Ha la possibilità di ripartire con una struttura nuova e in casi del genere la motivazione arriva quasi da sola. Ora, affinché il matrimonio funzioni al meglio, bisogna che tutti mantengano le aspettative. Noi verso di lui, lui verso di noi”.

Nibali dice sì al Giro. E il Tour?

Nella prossima edizione della corsa rosa vedremo sicuramente Vincenzo Nibali ai nastri di partenza. Avrà una maglia diversa, non più quella della Bahrain Merida, ma indosserà quella della Trek-Segafredo. Il team manager della squadra, sul percorso della corsa rosa che si adatta alle caratteristiche del corridore ha affermato: “Abbastanza bilanciato. C’è un discreto numero di chilometri a cronometro, ma poi credo che saranno soprattutto le montagne dell’ultima fase a fare la differenza”. Molto probabilmente non rientrerà nei programmi del corridore il Tour de France, vista anche la partecipazione alle Olimpiadi nelle vicinanze dello stesso periodo. Tra gli obiettivi quindi dello Squalo dello Stretto vi sono sicuramente sia il Giro, vinto nel 2013 e nel 2016, sia le Olimpiadi di Tokyo. In quest’ultimo caso, Nibali vuole riscattarsi dalla scorsa edizione, quando l’oro non arrivò a causa di una caduta che spense ogni sogno di gloria, comportandone il ritiro dalla competizione. Non resta quindi che attendere gennaio 2020 per vedere il siciliano alle prese con le sue prime corse stagionali.

Fonte immagine: oasport.it

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu