Berlusconi e Meloni dopo l'incontro di ieri decisivo per le sorti del nuovo governo

Nuovo governo, l’annuncio di Berlusconi: “Meloni ha detto sì a Casellati alla Giustizia”

 

Nuovo governo in fase di definizione. Dopo aver archiviato l’elezione dei Presidenti di Camera e Senato, e dopo l’intesa ritrovata nella maggioranza ora si guarda alla lista dei ministri. Ci sono gli ultimi nomi da chiudere prima che inizino le consultazioni, con l’incarico che potrebbe arrivare il giorno 21 o 22 ottobre. E intanto ci sono alcuni nomi di Forza Italia che potrebbe riequilibrare la coalizione.

Nuovo governo: le ultime notizie

La data del 21 ottobre si avvicina. Non è certo, ma è quello il giorno in cui Sergio Mattarella potrebbe conferire l’incarico di governo a Giorgia Meloni. E nei giorni seguenti sarà messa a punto, di concerto con il Quirinale, la lista dei ministri e portare di fatto alla nascita del nuovo esecutivo.

Sembrerebbero esserci pochi dubbi sulla squadra di governo. A conti fatti Berlusconi sembra aver ottenuto un certo risultato dopo l’incontro di ieri nella sede di FdI con Giorgia Meloni. E quest’oggi conferma che la politica romana ha accettato il nome di Maria Elisabetta Alberti Casetti al Ministero della Giustizia. Una scelta che, se confermata, metterebbe da parte il nome di Carlo Nordio, più volte indicato come il candidato disegnato per quel dicastero.

Berlusconi rassicura sulla Giustizia

“Il ministro della Giustizia sarà Nordio? No, lo incontro oggi ma c’è la ex presidente del Senato Elisabetta Casellati, su questo c’è accordo, assolutamente”. A dirlo Silvio Berlusconi lasciando il Senato dopo la nomina dei capigruppo dei partiti. “Meloni ha suggerito, c’è Nordio che è bravissimo, magari ti convinci che è la scelta giusta, ma io sono già convinto che la scelta giusta è Casellati perché conosco le cose che ci sono da fare per la riforma della giustizia”

Per ora la presidente di Fratelli d’Italia non ha lasciato dichiarazioni. Il passo indietro di Nordio sembra inaspettato rispetto alle notizie degli ultimi giorni. Intanto sugli altri ministeri sembra esserci l’ok per Tajani agli Esteri e vicepremier. L’incontro di ieri, evidentemente, è servito anche a sbloccare questi nomi importanti per il nuovo governo.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Alessio Bardelli