Oro, svelata la sua provenienza misteriosa: arriva dalla “terra più profonda”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Gli scienziati hanno brillato di luce nuova sul mistero dell’origine dell’oro, stabilendo che il metallo prezioso è venuto sulla superficie terrestre dalle regioni più profonde del pianeta.

In un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communications, un team internazionale di ricercatori ha trovato prove nella Patagonia Argentina che i movimenti interni della Terra hanno aiutato l’oro a risalire in superficie.

“I minerali che estraiamo e che sostengono la nostra economia si trovano nella crosta”, ha detto José María González dell’Università di Granada. “E anche se siamo esperti nel trarne vantaggio, sappiamo ancora poco della loro vera origine: la ricerca dell’oro ha motivato migrazioni, spedizioni e persino guerre, ma la sua origine è una questione aperta”.

La Terra è divisa in tre strati principali: la crosta, il mantello e il nucleo. Il manto inizia intorno ai 17 km sotto gli oceani ea 70 km sotto i continenti. “Questa distanza è irraggiungibile per l’umanità, dal momento che non possediamo i mezzi per raggiungere il mantello e quindi sapere di più su di esso in modo diretto ancora”, ha detto González.

Il materiale dal mantello profondo può raggiungere la crosta attraverso eruzioni vulcaniche che possono trasportare piccoli frammenti noti come “xenoliti” – all’interno dei quali i ricercatori hanno trovato minuscole particelle di oro nativo sullo spessore di un capello umano.

Gli scienziati hanno studiato la regione del Deseado massiccio nella Patagonia argentina, un’area con un’alta concentrazione di depositi d’oro, e sono stati in grado di determinare perché i giacimenti minerari sono limitati solo a specifiche regioni del pianeta.

Suppongono che il mantello sotto il Massiccio Deseado abbia una tendenza unica a generare depositi d’oro sulla superficie come risultato della sua storia geologica.

“La sua storia risale a 200 milioni di anni fa, quando l’Africa e il Sud America facevano parte dello stesso continente”, ha detto González Jiménez.

“La loro separazione è stata causata dall’ascesa di un ‘pennacchio di mantello’ dal mantello profondo, che ha rotto la crosta molto più sottile e più fragile e ha causato la separazione dei due continenti. La salita del pennacchio del mantello profondo ha generato una vera fabbrica chimica che arricchito il mantello con i metalli, che in seguito avrebbero generato le condizioni per la creazione di depositi d’oro “.

Via

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24