MioDottore solidale

Parte la campagna MioDottore Solidale

intopic.it feedelissimo.com  
 

Parte la campagna MioDottore Solidale, visite gratuite ginecologiche fino al 15 novembre organizzate dalla piattaforma MioDottore

MioDottore Solidale per la Salute della Donna è la campagna posta in essere nel mese dedicato alla lotta al tumore al seno.

MioDottore è la piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione ondine di visite mediche ed è parte del gruppo DocPlanner.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione italiana su l’importanza della prevenzione in ambito ginecologico e facilitare l’accesso alle cure.

Per tale motivo fino al 15 novembre sarà possibile, attraverso il sito, accedere alla lista dei medici di tutta Italia che hanno sposato l’iniziativa.

MioDottore, ha deciso di sostenere il mese rosa offrendo dunque il suo contributo con l’hashtag #ioprevengo

La campagna MioDottore Solidale, toccherà l’intero territorio attraverso la creazione di una landing page che consentirà di prenotare una prima visita ginecologica in pochi clic.

Così come sarà possibile consultare la lista dei professionisti con le rispettive disponibilità.

“Prevenire e agire con tempismo è tutto. C’è ancora troppa poca sensibilità attorno a l’universo femminile per disinformazione, vergogna o semplice paura” le parole di Luca PuccioniCEO MioDottore.

“Dall’altro lato il nostro paese – prosegue Puccioni – è ricco di medici pronti a offrire la propria consulenza, anche gratuita per combattere queste remore”.

“Poter offrire il nostro supporto e mettere a fattor comune la nostra rete di professionisti e le  loro competenze, è motivo di orgoglio per noi”.

“Abbiamo visto la campagna MioDottore Solidale – conclude Puccioni – raggiungere risultati importanti in Spagna e in Sud America”.

L’importanza della prevenzione nella lotta ai tumori è evidenziato anche dagli ultimi dati sui numeri del cancro in Italia 2018

Quest’anno nel nostro paese si sono riscontrati 373mila nuovi casi di tumore in più rispetto al 2017; il più frequento è quello al seno (52.800 nuovi casi).

Nonostante il 63% delle donne sopravvive a 5 anni dalla diagnosi, esistono ancora gravi casi di disomogeneità a l’accesso dei programmi di diagnosi precoce e terapie.

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.