prezzi in calo case in montagna

Prezzi in calo case in montagna, indagine Tecnocasa

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Prezzi in calo case in montagna. Indagine dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa che ha registrato prezzi in diminuzione dell’1,1%

In Val d’Aosta il ribasso è stato dell’1,7% ma è il Piemonte la regione che ha avuto la contrazione più forte, -6,0%: dati che dimostrano prezzi in calo case in montagna.

La domanda è in ripresa, orientata su piccoli tagli e con budget entro 300mila euro.

Nella nota del gruppo Tecnocasa si legge:

Rispetto all’anno scorso non si riscontrano molti cambiamenti ad eccezione di un maggiore interesse da parte di acquirenti stranieri in alcune località.

Sempre ben considerate quelle che investono su infrastrutture e servizi per il tempo libero.

Sul mercato delle locazioni invernali si conferma la tendenza a prenotare last minute, spesso a causa anche dell’instabilità climatica.

Le tipologie più richieste sono il bilocale oppure il piccolo trilocale, possibilmente in buono stato.

Si prediligono la vicinanza alle piste o il posizionamento in centro paese, le abitazioni in pietra e legno in tipico stile montano.

Prezzi in calo case in montagna in Valle D’Aosta e in Piemonte; vediamo nel dettaglio alcune località delle due regioni

Valle D’Aosta-Cogne

Qui si segnalano sporadici acquisti da parte di stranieri in particolar modo belgi che si indirizzano su bilocali e trilocali dal valore non superiore a 300mila euro.

Tra gli acquirenti italiani i professionisti provenienti dalla Liguria, che scelgono il centro città dove i prezzi delle nuove costruzioni si aggirano intorno a 3mila/3.500 euro al mq.

Valle D’Aosta-Courmayeur

Si registra un buon andamento del mercato della seconda casa alimentato da acquirenti provenienti dalla Lombardia, dal Piemonte e anche da stranieri (inglesi, svizzeri, russi).

Nelle zone centrali i valori per le soluzioni da ristrutturare si aggirano intorno a 6000-7000 € al mq, mentre quelle ristrutturate oscillano intorno a 12/13mila euro al mq.

L’elevata domanda di casa in locazione durante il periodo invernale determina una buona domanda di acquisti ad uso investimento.

Per un bilocale di quattro posti letto si spendono 6mila euro per l’intera stagione, 1.800 euro nella settimana di Natale e 1.500 euro in quella di Capodanno.

Piemonte-Cesana

Cesana piace per la presenza dei servizi che la animano tutto l’anno e sono numerose le attività svolte durante il periodo estivo.

Da segnalare alcuni interventi di nuova costruzione sulla strada per Sestriere/Sansicario: case in pietra e legno, ad alta efficienza energetica, si valutano 2.800/3.200 euro al mq.

Una scelta, quest’ultima, che consente di ridurre le spese condominiali, aspetto ben ponderato soprattutto da parte di chi smobilizza investimenti finanziari.

Piemonte-Sauze d’Oulx

Il mercato immobiliare di questa località segnala quotazioni in ribasso del 5,2% a causa di un’abbondante offerta che si registra sul territorio.

Infatti, numerose abitazioni non usate da tempo sono immesse sul mercato a causa delle eccessive spese di manutenzione.

A questo si deve aggiungere che ci sono numerosi interventi di nuova costruzione, a ridosso della zona di partenza delle seggiovie, acquistabili mediamente a 4.500/5mila euro al mq.

La domanda di casa vacanza si orienta verso bilocali e trilocali su cui investire da 150 a 200mila euro.

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.