Profezia di Sylvia Browne

Profezia di Sylvia Browne: nel 2020 grave epidemia

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Profezia di Sylvia Browne: nel 2020 grave epidemia. Nel periodo in cui la popolazione mondiale deve fare i conti con la nuova epidemia del coronavirus Covid-19, non è la prima volta che si sente parlare di profezia. Dopo le parole scritte da Dean Koontz nel suo romanzo intitolato The eyes of darknessin cui parlava di un nuovo virus, il Wuhan-400 che sarebbe arrivato nel 2020, ecco un’altra “profezia”.

In questo caso, a prevedere l’arrivo di una grave epidemia nel 2020, sarebbe stata una veggente californiana morta nel 2013. Dunque, Sylvia Browne, questo il suo nome, pare abbia predetto l’arrivo della nuova epidemia che da qualche mese continua la sua espansione. Ovviamente (e per fortuna) non tutti credono che sia una profezia, bensì alcuni credono che si tratti solamente di una strana coincidenza.

Profezia di Sylvia Browne: epidemia di una grave malattia simile alla polmonite

Tuttavia, sembrerebbe che uno dei molti libri pubblicati dalla veggente californiana Browne, parli proprio del nuovo coronavirus Covid-19. Infatti, pubblicato nel 2008 e intitolato End of a days, è possibile notare una “somiglianza” con quanto sta accadendo nel nostro paese e nel resto del mondo. Andando a pagina 120 si leggono queste parole:

“Entro il 2020 diventerà prassi indossare in pubblico mascherine chirurgiche e guanti di gomma a causa di un’epidemia di una grave malattia simile alla polmonite, che attaccherà sia i polmoni sia i canali bronchiali e che sarà refrattaria a ogni tipo di cura. Tale patologia sarà particolarmente sconcertante perché, dopo aver provocato un inverno di panico assoluto, quasi in maniera più sconcertante della malattia stessa improvvisamente svanirà con la stessa velocità con cui è arrivata, tornerà all’attacco nuovamente dopo dieci anni, e poi scomparirà completamente”.

Dunque, sembra chiaro. Le coincidenze sicuramente ci sono. Tuttavia si può parlare di profezia? Tuttavia, nello stesso libro si parla di un’altra epidemia. Questa era “prevista”, secondo la veggente, per l’anno 2010. Dunque, alcuni avrebbero cercato di spiegare il motivo di questa “profezia“. Come tutti sapranno, nel 2004 la popolazione ha dovuto fare i conti con un’altra malattia, ossia la SARS. Ebbene, questa malattia avrebbe “influenzato” Browne nella stesura del suo libro.

Fonte foto: pixabay

Leggi anche Le 10 bufale sul coronavirus Covid-19

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Avatar
Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,