Riciclare la plastica: riusciremo mai a riciclarla tutta?

Riciclare la plastica: riusciremo mai a riciclarla tutta?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Stiamo perdendo la guerra contro gli sprechi. Sebbene molti di noi utilizzino di riflesso i contenitori per il riciclaggio, meno di un terzo della plastica è rilavorabile. Anche quella cifra è fuorviante, poiché particelle come i residui di cibo possono deviare i materiali nella spazzatura. Nel 2017, solo l’8,4% di tutte le materie plastiche ha trovato nuova vita, secondo l’Environmental Protection Agency. La sfortunata verità è che il riciclaggio non può impedirci di annegare nei rifiuti a base di polimeri. Dunque riciclare tutta la plastica che produciamo è quasi impossibile.

Per più di 20 anni, le aziende cinesi hanno contribuito a nascondere il problema acquistando circa 700.000 tonnellate di carta e plastica dagli Stati Uniti ogni anno. La manodopera a basso costo significava che le persone potevano ordinare gli oggetti, il che rendeva semplice separare la spazzatura dal tesoro. Nel caso di combo difficili come borse piene di materiali misti, ad esempio, i lavoratori potrebbero estrarre bottiglie da mucchi di scatole da asporto unte. Ma nel 2018, preoccupata per la quantità di spazzatura pura come la pellicola trasparente in arrivo, la Cina ha vietato tutte le importazioni di rifiuti ad eccezione del 99,5% di plastica pura.

Riciclare la plastica: cosa bisognerebbe fare per fare di più

Negli Stati Uniti, ad esempio, alcune strutture utilizzano telecamere per individuare sacchetti di plastica che potrebbero aggrovigliare macchine di smistamento o dispiegare bracci robotici per scuotere le bottiglie dai fastidiosi sacchi. Altri usano raffiche d’aria per separare la carta dalla plastica in base al peso. Ma quelle piccole modifiche non saranno sufficienti. Per gestire i rifiuti di plastica della nostra nazione, 262 milioni di tonnellate all’anno, dovremmo aumentare la nostra capacità di riciclaggio di oltre dieci volte.

Alcuni esperti sostengono che dovremmo sprecare di meno. “Non produrre rifiuti in primo luogo sarà sempre meglio che avere qualcosa da riciclare“, afferma Jenna Jambeck, professore di ingegneria ambientale presso l’Università della Georgia. Per ridurre il nostro pool di potenziali riciclabili, le aziende statunitensi dovranno dare la priorità alla vendita di oggetti di lunga durata rispetto ai beni monouso e cambiare il modo in cui li confezionano.

Molti prodotti vengono forniti in imballaggi progettati per lo smaltimento immediato, afferma Jambeck, che rappresenta il 40% dell’uso di plastica. I consumatori possono spingere i produttori a fare meglio cercando aziende che impiegano involucri riutilizzabili o biodegradabili. “Ogni volta che possiamo scegliere di non utilizzare plastica monouso, fa la differenza“, afferma Jambeck.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com