Salvini attacca ancora il governo sull'Iva

Salvini attacca ancora il governo sull’Iva

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Salvini attacca ancora il governo sull’Iva. ‪Ecco che cosa ha detto il segretario della Lega in un post pubblicato questa mattina sulla sua pagina Facebook:

“20 miliardi di tasse in meno per gli italiani con il taglio dell’Iva, la proposta della Lega è concreta. Perché il governo tace?‬”.

Circa dieci giorni fa, infatti, il Carroccio aveva lanciato la sua proposta sul taglio dell’Iva. L’idea è quella di procedere con un intervento sull’imposta sul valore aggiunto che varrebbe, come detto, ben 20 miliardi di euro.

Salvini attacca ancora il governo sull’Iva

Questo è ciò che si legge in una nota della Lega:

“Conte propose nel giugno scorso un taglio dell’Iva, ma non ne abbiamo più notizie da allora. Abbiamo elaborato come Lega una proposta dettagliata che mettiamo a disposizione del governo. Sarebbe una boccata d’ossigeno per famiglie e imprese, ne beneficerebbero tutte le categorie e si rimetterebbero 20 miliardi di euro nelle tasche degli italiani”.

Tale scelta, sostengono i leghisti, porterebbe effetti immediati:

“Avremmo così ad esempio l’azzeramento dell’Iva su pane, latte, frutta e verdura e un taglio di due punti su beni come carne e abbigliamento. Anche altri Paesi europei stanno andando in questa direzione: non mance, ma un intervento organico e di sistema. Su questo il governo troverebbe l’appoggio della Lega”.

Per chi fosse interessato ad approfondire la questione, è possibile cliccare qui: legaonline.it/taglio-iva. Qui di seguito, invece, ciò che aveva dichiarato il ‘Capitano’  Matteo Salvini in conferenza stampa per presentare la proposta del suo partito:

“Sarebbe una boccata di ossigeno per le famiglie. Sarebbe una spinta ai consumi notevole e sarebbe un sostegno alle imprese: altro che decreto ristori! E’ inutile inseguire ogni Dpcm con una mancia: così raggiungeremmo tutte le categorie”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24