Sanchez-Inter: accordo vicino, manca quello con lo United

 

Sanchez potrebbe tornare i n Italia

Sanchez potrebbe far ritorno nel nostro campionato. Dopo i vari tentativi degli scorsi anni da parte della Juve, pare che adesso sia l’Inter la squadra in pole position per riportarlo in serie A. Il cileno dopo alcune stagioni al Manchester United molto travagliate e segnate più da momenti sfavorevoli che positivi, pare abbia già dato la propria disponibilità al trasferimento in nerazzurro. Per il 30enne sarebbe un’occasione importante per un’eventuale rilancio nel calcio che conta. Con Romelu Lukaku formerebbe una coppia molto interessante e di sicuro affidamento. Conte lo attende a bracci aperte, ma ci sono da superare alcuni scogli.

Inter pronta a prenderlo

Il principale problema è rappresentato dall’accordo con il Manchester United. Il tecnico dei red devils lo vorrebbe tenere in rosa, mentre il calciatore spinge per andar via. I nerazzurri secondo quanto riportato da Sky Sport, avrebbero trovato l’accordo con il procuratore del ragazzo. Fernando Felicevich è partito per Manchester per provare a strapparlo agli inglesi. L’Inter infatti propone un’acquisizione con il metodo del prestito con diritto di riscatto. Una formula che in casa Manchester pare non sia molto gradita. Per convincerli bisognerebbe inserire almeno l’obbligo di riscatto, ad un prezzo già fissato, in maniera tale che gli inglesi possano avere una certezza tra le mani.

Le alternative

Oltre ad Alexis Sanchez, Marotta e la dirigenza nerazzurra hanno comunque altri nomi su proprio taccuino. La prima alternativa pare sia Fernando Llorente svincolato dal Tottenham. Lo spagnolo ex Juventus ha già lavorato con Antonio Conte, e potrebbe passare in nerazzurro in maniera più semplice. Basterebbe trovare un’accordo economico sul contratto, visto che il cartellino, in questo momento, è svincolato. Restano in piedi anche gli altri nomi come Milik, Dybala ed Ante Rebic, ma tutti e tre sono legati da contratto con il proprio club di appartenenza, e quindi rappresenterebbero un costo globale certamente più elevato.

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24