sclerosi multipla e cellule intestinali

Sclerosi multipla: la soluzione è nelle cellule dell’intestino

intopic.it feedelissimo.com  
 

Un nuovo studio ha messo in luce il rapporto tra sclerosi multipla e intestino. Alcune cellule intestinali possono  eliminare l’infiammazione.

Sclerosi Multipla, che cos’è

La Sclerosi Multipla è una malattia autoimmune: alcune  guidata da cellule immunitarie (tra cui le cellule B e T) attaccano la mielina, cioè il rivestimento protettivo che circonda le fibre nervose.

In Canada e negli Stati Uniti circa 3 individui su 1000  ne sono colpiti.  I sintomi principali della sclerosi multipla sono affaticamento, scarsa coordinazione, formicolio e deterioramento cognitivo.

Ad oggi non esiste una cura risolutiva ma una diagnosi precoce e farmaci più performanti potrebbero migliorare notevolmente la condizione dei pazienti.

Attualmente la ricerca sta lavorando nella direzione di arrestare l’avanzare della malattia.

Sclerosi multipla e intestino

Un gruppo di ricercatori americani ha svolto un esperimento sia sui topi sia su soggetti affetti da Sclerosi Multipla e hanno portato alla luce il rapporto tra intestino e infiammazione cerebrale.

Nello specifico le cellule intestinali coinvolte sono le Iga, ovvero plasmacellule che risiedono nell’intestino e producono gli anticorpi della immunoglobulina A .  Si è osservato che, durante le fasi acute d’infiammazione, queste cellule dall’intestino migrano verso il cervello e svolgono una funzione anti-infiammatoria.

L’esperimento ha incluso l’osservazione parallela di intestino e cervello: i campioni di feci dei pazienti  con infiammazione acuta erano poveri di Iga. Questo indicava che l’organismo aveva inviato all’intestino il segnale di inviare le cellule al cervello per spegnere lo stato infiammatorio.

Contemporaneamente l’aumento del numero di Iga nel cervello ha eliminato l’infiammazione dai topi.

Queste scoperte potrebbero condurre ad un nuovo approccio terapeutico verso la sclerosi multipla, un approccio che miri ad espandere il numero di cellule Iga nell’intestino, pronte a migrare verso il cervello per calmare gli stati infiammatori acuti.

Il prossimo passo sarà indagare sugli aspetti alimentari e gli stili di vita che promuovono la formazione di Iga nellintestino.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Samanta Airoldi

Samanta Airoldi
Nasco in quello scrigno fatto di mare e pesto chiamato Genova. Dopo aver conseguito Laurea e Dottorato in Filosofia sono andata a vivere per un periodo a Dublino e poi a Milano, dove tutt'ora mi trovo. Scrivo libri di Filosofia Politica e Sociale, collaboro con blog e web magazine e vivo una tranquilla e folle vita da Vegana/Animalista/Ambientalista seguace della Decrescita Felice.