Scoperte impronte in Liguria di antenati del paleolitico

Scoperte impronte in Liguria di antenati del paleolitico

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Scoperte impronte in Liguria di una camminata carponi dopo ben 70 anni da quando scoprirono la grotta della Bàsura sulla montagna di Toirano, dove sono state rinvenute. Risalgono a 14000 anni fa, durante il paleolitico, più di 180 tracce di umani ed animali.

La rivista “eLife” ha pubblicato un articolo per cui un gruppo di studiosi è riuscita ad estrapolare da tutte le tracce e impronte esaminate, il percorso di un gruppo di individui attraverso uno stretto cunicolo della caverna.

Scoperte impronte preistoriche  in Liguria di una camminata carponi

Il Muse di Torino ha intrapreso questa ricerca promosso dalla Soprintendenza archeologica della Liguria. La ricerca ha consentito attraverso rilievi morfometrici tridimensionali, analisi dei parametri e studiando le statistiche in riferimento ai diversi valori estrapolati. Sono riusciti a risalire a dettagli anagrafici e anatomici sorprendenti.

Un piccolo nucleo famigliare

Si presume che si tratti di un piccolo gruppo famigliare in quanto formato da due adulti e tre bambini. Il numero di individui e le fasce di età si evincono grazie alle impronte di ginocchia e metatarsi impresse nell’argilla del pavimento. Per ricavare le dimensioni degli individui è bastato misurare la distanza tra l’impronta del ginocchio e delle dita della stessa gamba. Impronte così perfette da consentire di ricavare dettagliatamente elementi come la rotula e le inserzioni dei principali muscoli della gamba.

Un cammino lungo e difficoltoso

Attraverso le tecniche forensi più all’avanguardia hanno dedotto che l’esplorazione della spelonca ebbe luogo in tarda primavera/estate dato che gli individui procedevano a gambe nude e che il loro passaggio non interferì con gli orsi che utilizzavano la grotta come rifugio invernale.
Il cammino del gruppo di esploratori fu molto difficoltoso, con discese ripide di roccia, laghi sotterranei e stretti cunicoli.

Il lungo cunicolo in cui c’è stata la scoperta è alto solo 80 centimetri. Le impronte  impresse nell’argilla hanno immortalato una camminata a carponi di antenati umani risalenti al paleolitico. Il cammino del gruppo finiva in una sala più interna distante più di 400 metri dall’ingresso.

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24