Seconda giornata dell'assemblea di Italia Viva

Seconda giornata dell’assemblea di Italia Viva

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Seconda giornata dell’assemblea nazionale di Italia Viva oggi, 2 febbraio, a Roma Cinecittà. Il fondatore e leader del partito, Matteo Renzi, è salito sul palco poco dopo mezzogiorno stavolta in completo casual (jeans scuro e maglioncino nero), dichiarando quanto segue nel suo intervento conclusivo:

“Italia viva non è nata per avere ragione ma per avere futuro. L’edilizia scolastica è la priorità: sono i tetti sotto i quali stanno i nostri figli. Rimettetela in funzione subito – ha esortato Renzi – perché stava funzionando”.

Seconda giornata dell’assemblea di Italia Viva: l’intervento di Renzi

L’ex premier ha poi annunciato che il 27 febbraio partirà una campagna per la “giustizia giusta” in ricordo di Enzo Tortora e Marco Pannella:

“Io voto la civiltà, non voto la barbarie sulla giustizia. In nome dell’impegno con il governo non veniamo meno ai princìpi di civiltà giuridica. E al Senato senza di noi non hanno i numeri: ci pensino bene”.

Concetti ribaditi anche nel suo intervento di ieri:

“Il populismo va respinto innanzitutto sul piano giudiziario: non ho accettato di fare un governo per diventare giustizialista come i 5 Stelle”.

Anche in tal senso si spiega la posizione dell’ex rottamatore sulla questione Autostrade:

“Sì al rispetto delle regole e degli accordi, no a un provvedimento populista che rappresenta un danno per la credibilità del Paese. Revocare la concessione sarebbe un provvedimento per il consenso immediato, ma poi Autostrade sul lungo periodo farebbe causa e vincerebbe. Io difendo la certezza del diritto, altrimenti non investirà più nessuno in Italia”.

L’agenda di Iv per il 2020

Il leader di Italia Viva ha altresì snocciolato tutta l’agenda per il 2020: nel weekend dell’8 marzo “vogliamo piantare 10mila alberi”, mentre il 21 marzo si terrà il primo Forum degli amministratori di Iv a tutti i livelli (si sta attualmente decidendo il comune dove farlo). In più, entro il 31 marzo apriranno nel Paese 100 sedi di Italia Viva.

Renzi ha inoltre fatto sapere che il 14 febbraio verrà consegnato ufficialmente il piano “Italia Shock” al presidente del consiglio e agli alleati di governo.

In Puglia no a Emiliano, sì a Bellanova

Domani, 3 febbraio, partirà il primo dei 6 camper di Italia Viva e andrà in Puglia, aprendo di fatto la campagna elettorale per le prossime regionali dove Renzi non vuole sostenere Michele Emiliano ma puntare su una candidatura di Teresa Bellanova:

“Diciamo no a una ricandidatura di Emiliano – ha spiegato ieri Renzi – Se andiamo contro Emiliano perdiamo, se andiamo con Emiliano abbiamo già perso”.

Sempre nel suo intervento di ieri, Renzi ha parlato di “lotta al nazionalismo” perché “la globalizzazione è la salvezza per esportare cultura, ideali e talento. Non devi esasperare i concetti, altrimenti non sei credibile”. Insomma, Renzi crede in un’idea di patriottismo della cultura.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24