sport in lutto per kobe

Sport in lutto per Kobe: i messaggi di cordoglio

intopic.it feedelissimo.com    
 

Sport in lutto per Kobe: i messaggi di cordoglio. La morte del grande cestita amato in tutto il mondo ha lasciato di sasso l’interno mondo sportivo

A poche ore dalla notizia della sua morte (con lui la figli 13enne), lo sport in lutto per Kobe e in tanti hanno lasciato un messaggio di cordoglio.

Uno di questi infatti è Shaquille O’Neal, compagno di squadra di Kobe nei Lakers:

Non ci sono parole per esprimere il dolore che sto sentendo in questo tragico e triste momento della perdita di mia nipote Gigi e del mio amico, fratello e partner nella vittoria di molti titoli.

Ti amo e mi mancherai per sempre.

Sempre dal basket, altri due fenomeni sotto canestro hanno espresso il loro dolore: Kareem Abdul Jabbar e Michael Jordan.

Jabbar ha dunque dichiarato:

La maggior parte della gente ricorderà Kobe come il magnifico atleta che ha ispirato un’intera generazione di giocatori di basket.

Ma io lo ricorderò per sempre più per l’uomo che era che per l’atleta.

Jordan aggiunge:

Per me era come un fratello più piccolo, gli ho voluto bene.

Anche il basket italiano non può dimenticare il campione e lo fa con la voce di Danilo Gallinari:

Sono sconvolto, Kobe per me era un mito.

Dal basket al tennis, l’emozione non cambia

Australian Open: nel corso dell’ottavo di finale Rafa Nadal-Nick Kyrgios, quest’ultimo è sceso in campo per il riscaldamento indossando una maglietta gialla con il n. 8.

Un modo per ricordare l’analoga divisa indossata a lungo dall’ex campionissimo dei Lakers.

Non solo il mondo sportivo omaggia il campione

Anche l’ex presidente Usa Barack Obama è sconvolto: “Una leggenda sul campo”.

Tornando all’Italia poi c’è una città che non dimenticherà un Kobe Bryant piccolo: Rieti; nella cittadina infatti il talento ha frequentò le elementari tra il 1984 e il 1986.

Scrivono infatti i tifosi della Curva Terminillo del PalaSojourner:

Tutti i cuori dei reatini si stanno fermando in questi minuti, perché un brivido sta correndo e un nodo in gola non ci fa ingoiare.

Dalle ultime notizie circa la morte di Kobe Bryant, sembra che l’incidente sia stato causato dalla nebbia.

Un portavoce della Polizia, citato dalla Cnn, ha affermato che le condizioni meteo non rispettavano gli standard minimi per volare. (Ansa)

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.