Troppo sale negli alimenti uccide difese immunitarie

Troppo sale negli alimenti uccide difese immunitarie

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Troppo sale negli alimenti uccide difese immunitarie. Questo è quanto si legge su Science Translational Medicine, una delle più note riviste statunitensi. Si tratta di una scoperta di fondamentale importanza che potrebbe risolvere alcuni dei problemi legati all’uso eccessivo di sale in cucina e all’insorgere di alcune infezioni batteriche.

Troppo sale negli alimenti uccide difese immunitarie: i test effettuati

La scoperta è stata studiata da un team di esperti tedeschi dell’Università di Bonn. Dunque, si tratta di qualcosa si molto importante. Secondo gli studi condotti, basterebbe una quantità di sale superiore alla media di 6 grammi per “mettere a rischio” il sistema immunitario. In questa situazione, dove la quantità di sale assunta dal corpo risulta essere eccessiva, i cosiddetti granulociti non riescono a svolgere al meglio il loro lavoro. L’autore dell’importante scoperta, nonché Christian Kurts, a riguardo avrebbe affermato:

“Sappiamo che troppo sale è pericoloso per il sistema cardiovascolare e aumenta la pressione del sangue. Il nostro studio aggiunge anche un altro valido motivo per limitare i consumi di sale”.

Perché troppo sale causa danni alla salute

Dunque, ai motivi che già conosciamo, se ne aggiunge un altro relativo al fatto che l’assunzione eccessiva del sale può causare gravi danni alla nostra salute. L’OMS ancora una volta raccomanda di consumare una quantità di sale non superiore ai 5 grammi nel corso della giornata. Purtroppo, è risaputo il fatto che, soprattutto in alcuni Paesi, la quantità di sodio assunta è decisamente superiore a quanto consentito.

I test effettuati in laboratorio hanno sottolineato un fatto molto importante. I topo sottoposti ad una “dieta” ricca di sale non hanno reagito al meglio alla Listeria, noto batterio. Un test simile è stato effettuato ad alcuni volontari. Gli esperti hanno “somministrato” ai volontari – attraverso la dieta – una quantità di sale maggiore di 6 grammi rispetto alle dosi giornaliere consigliate.

Successivamente, le analisi del sangue, anche in questo caso, hanno confermato il fatto che i granulociti sono in difficoltà nel combattere i batteri. Inoltre, nello stesso test, è evidenziato un altro fattore. Nei pazienti sottoposti a questo “esperimento” sono stati riscontrati problemi al sistema immunitario. La causa è da ricondurre, anche in questo caso, all’eccessiva quantità di sale.

Fonte foto: pixabay

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,