Tutti d'accordo sulle riaperture

Tutti d’accordo sulle riaperture

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Tutti d’accordo sulle riaperture annunciate dal governo Draghi. Così su Twitter l’ex segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti (foto), che è anche presidente della Regione Lazio:

“Bene Draghi e Speranza sulle riaperture. Si coniugano sicurezza sanitaria e certezza di ripresa. Raccogliamo i risultati dei sacrifici di cittadini, imprese, lavoratori, studenti e famiglie. Il Lazio con RT 0,79 è pronto”.

Plaude a questa decisione anche l’ex ministra della salute Giulia Grillo, deputata del MoVimento 5 Stelle:

“Le riaperture del 26 aprile sono il primo passo per tornare alla normalità e far ripartire l’economia – scrive – Il Presidente Mario Draghi ha parlato di un rischio ragionato, un rischio fondato sui dati che sono in miglioramento. Spero si vada avanti in questa direzione”.

Tutti d’accordo sulle riaperture

“Ripartiamo il 26 aprile, con prudenza. L’estate? Le vacanze prenotiamole in Italia”, dichiara Mariastella Gelmini, Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, che ieri sera sul tema ha rilasciato un’intervista al Tg1, parlando anche del “rischio ragionato” sulle riaperture.

Dunque dal 26 aprile l’Italia tornerà gradualmente alla normalità, “ma non è un “liberi tutti” – ammonisce Gelmini su Facebook – Occorrerà prudenza per difendere i risultati raggiunti e mantenere sotto controllo la curva dei contagi. Parallelamente andiamo avanti con la campagna vaccinale, fondamentale per l’immunizzazione della popolazione Avanti così, con fiducia e responsabilità”. Le scuole saranno in presenza, ripartiranno progressivamente le fiere, la ristorazione, i luoghi della cultura e dello sport, il tutto privilegiando le attività che si possono svolgere all’aperto: “Viviamo con grande ottimismo questa nuova fase”, ha concluso Gelmini.

Per il professor Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica ed ex commissario per la revisione della spesa, «Sul rischio calcolato io sto con il governo. Le riaperture decise sono ragionevoli. Ora però occorre comportarsi responsabilmente. Vogliamo avere meno vincoli? Allora dobbiamo evitare comportamenti irresponsabili. Le riaperture non sono un “liberi tutti”».

Infine il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana:

“È arrivato il momento di programmare in tempi brevi un piano per le riaperture, seguendo il criterio della progressività e del buonsenso. Questo è il senso delle proposte che come Regioni abbiamo avanzato al Cts nazionale e al Governo. Sono dell’opinione che gradualmente, già dalla prossima settimana, si possano stabilire le procedure per le riaperture, dando a tutti la possibilità di riacquistare un po’ di libertà e soprattutto alle attività commerciali di programmare la ripresa del lavoro”.

Autore dell'articolo: Elena De Lellis

Avatar