Uccide la madre e poi si lancia dal balcone

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Uccide la madre e poi si lancia dal balcone. Tragedia nel cuneese. Un uomo di 48 anni, Umberto Ciauri nel pomeriggio  di ieri ha ucciso la madre ottantunenne, ha terminato il cane a coltellate e poi si è buttato dal balcone della sua abitazione. Il delitto – suicidio è avvenuto nell’appartamento di via Roma 33, nella zona di Porta Cuneo. Alcuni passanti hanno dato l’allarme perché hanno assistito al suicidio. I soccorsi sono arrivati subito sul posto ma Ciauri era già morto sul colpo. I soccorritori hanno poi  forzato la porta di casa con l’aiuto dei vigili del fuoco e hanno fatto al macabra scoperta. L’anziana era nel letto piena di sangue, massacrata con un corpo contundente, forse un martello. Il cane giaceva ai suoi piedi ferito a morte con delle coltellate.

Uccide la madre e il cane, la vicenda

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri di Saluzzo, guidati dal comandante Giuseppe Beltempo, Ciauri soffriva di problemi psichici. In passato aveva incominciato una cura per forti crisi depressive. Lui e la madre,  Giuseppina Moiso erano arrivati da Alessandria e vivevano da pochi anni in città. Ciauri lavorava come operaio in una fabbrica della zona. ” Una famiglia tranquilla e taciturna” – Dicono i vicini, mai una lite oppure una discussione. Erano soliti stare a casa ed uscire solo per fare qualche commissione oppure per passeggiare il cane. Neppure ieri nessuno ha sentito urla o trambusto provenire dall’appartamento. Forse solo un tonfo.  E certo non si poteva  immaginare la tragedia, che si era consumata in quella casa.

La storia familiare

Anche il padre e il fratello di Ciauri si erano suicidati in passato. Il fratello si era impiccato 5 anni fa. Prima si prendeva cura di lui e della madre. Ora i carabinieri, coordinati dal Pm di Cuneo, Alberto Braghin stanno cercando di ricostruire l’intera vicenda. I militari sono alla ricerca di eventuali messaggi di spiegazione lasciati dal suicida – omicida. Qualcosa che possa chiarire la dinamica del fatto giudiziario insomma. Un giallo ancora da chiarire.

Fonte fonte in evidenza

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24