Varesotto: sindaco arrestato per corruzione, continuano le indagini

Varese,  arrestato il sindaco di Lonate Pozzolo, Danilo Rivolta, le accuse a suo carico sono di corruzione e favoreggiamento.

Questa mattina un’operazione dei carabinieri di Gallarate,  nel varesotto, ha portato all’arresto del sindaco Rivolta, del fratello e della sua compagna, Orietta Liccati assessore all’urbanistica di Gallarate ( in provincia di Varese) e di altri quattro imprenditori. Le accuse sono quelle di corruzione e favoreggiamento.

La vicenda

Ciò che ha portato i carabinieri ad aprire un’ indagine, è stata una serie di consulenze ed appalti che risultavano venire assegnate senza il previo iter ordinamentale, oppure alle stesse aziende di consulenza o società di costruzioni. Questi episodi hanno portato i carabinieri ad indagare sulle assegnazioni di gare e consulenze di tutto il territorio del varesotto. E’ stato scoperto un giro d’affari che iniziava dalle stanze della pubblica amministrazione dei comuni del Varesotto e finiva nelle sale riunioni di alcuni imprenditori in vista, di cui, al momento, non è ancora possibile individuare i nomi.

Un’operazione congiunta

Oltre i Carabinieri, impegnati in questa operazione, sono i militari del Gruppo della Guardia di finanza di Busto Arsizio (Varese), insieme ai militari della Compagnia di Gallarate (Varese), che in queste ore  stanno eseguendo  perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, e nei locali dei comuni di Busto Arsizio e Gallarate e in uffici di società di consulenze e progettazione in Pavia, Lonate Pozzolo e Gallarate. Le indagini procederanno nelle prossime ore e saranno indirizzate all’ottenimento della documentazione necessaria a capire quali siano le opere costruite con modalità illegittime e quali consulenze siano state date anche se insufficienti.

Via 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: