Velocità espansione Universo maggiore di quanto ci aspettiamo

Velocità espansione Universo maggiore di quanto ci aspettiamo

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.comSegnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’Universo è in continua espansione. Fin qui sembra chiaro a tutti. Tuttavia la velocità di espansione dell’Universo è molto al di sopra di quanto ci si possa aspettare. I dati provengono dalla sonda spaziale Gaia dell’Agenzia spaziale europea. Ha trascorso gli ultimi sei anni a osservare le stelle da un trespolo alto due milioni di chilometri. Il telescopio ha misurato le “parallassi” di 1,3 miliardi di stelle, minuscoli spostamenti nelle posizioni apparenti delle stelle nel cielo che rivelano le loro distanze. “Le parallassi Gaia rappresentano il metodo più accurato e preciso di sempre“, ha detto Jo Bovy, astrofisico presso l’Università di Toronto.

Soprattutto per i cosmologi, il nuovo catalogo di Gaia include le stelle speciali le cui distanze servono come parametri per misurare tutte le distanze cosmologiche più lontane. Per questo motivo, i nuovi dati hanno rapidamente acuito il più grande enigma della cosmologia moderna. L’espansione risulta inaspettatamente rapida dell’universo, ed è nota come tensione di Hubble.

Velocità di espansione dell’Universo molto più grande: ecco la ricerca

La tensione è questa: i fattori conosciuti del cosmo e le equazioni che governano prevedono che dovrebbe attualmente espandersi a una velocità di 67 chilometri al secondo per megaparsec. Eppure le misurazioni effettive superano costantemente questo valore. Le galassie si stanno ritirando troppo rapidamente. La discrepanza suggerisce in modo entusiasmante che qualche agente vivificante sconosciuto potrebbe essere in piedi nel cosmo.

Sarebbe incredibilmente eccitante se ci fosse una nuova fisica“, ha detto Freedman. “Ho un segreto nel mio cuore e spero che ci sia una scoperta da portare avanti a riguardo. Ma vogliamo assicurarci di avere ragione. C’è del lavoro da fare prima di poterlo dire in modo inequivocabile“. Dunque devono ridurre le possibili fonti di errore nelle misurazioni. Una delle maggiori fonti di tale incertezza sono state le distanze dalle stelle vicine, distanze che i nuovi dati di parallasse sembrano quasi definire.

In un documento pubblicato online il 15 dicembre e inviato a The Astrophysical Journal, il team di Riess ha utilizzato i nuovi dati per fissare il tasso di espansione a 73,2 chilometri al secondo per megaparsec. Parliamo di un valore in linea con quello registrato in precedenza. Tuttavia cambia il margine di errore, inferiore al 2%. Freedman e Madore prevedono di pubblicare la nuova e migliorata misurazione del tasso di espansione cosmica del loro gruppo a gennaio. Anche loro si aspettano che i nuovi dati consolidino, piuttosto che spostare, la loro misurazione, che ha avuto la tendenza ad atterrare più in basso di quella di Riess e di quelli di altri gruppi, ma comunque superiore alla previsione.

Da quando Gaia è stato lanciato nel dicembre 2013, ha rilasciato altri due enormi set di dati che hanno rivoluzionato la nostra comprensione del nostro vicinato cosmico. Eppure le precedenti misurazioni della parallasse di Gaia furono una delusione. “Quando abbiamo esaminato il primo rilascio di dati” nel 2016, Freedman ha detto, “volevamo piangere“.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com