vendere l'auto su internet è sicuro

Vendere l’auto su internet è sicuro? I consigli per non correre rischi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il mondo del mercato dei motori è cambiato radicalmente con l’evoluzione digitale. Questa, infatti, ha dato agli utenti nuovi strumenti per vendere la propria auto usata. Oggi, infatti, è facile imbattersi sul web in annunci di “compriamo auto” che offrono la possibilità di vendere la propria auto usata nel giro di pochi click. Ma è sicuro vendere la propria auto sul web? La risposta è sì, ma bisogna prestare attenzione a diversi aspetti.

Elemento fondamentale per procedere alla vendita di un’auto usata è quello di determinare il prezzo. Spesso si tende a sopravvalutare il valore della propria auto e questo può comportare l’impossibilità di trovare acquirenti disponibili ad acquistare una vettura a un valore superiore a quello di mercato. Il primo passaggio da compiere, quindi, è quello di verificare i chilometri percorsi, l’anno di immatricolazione e lo stato generale della propria auto. Per poter avere una stima del valore della propria auto si potrà fare riferimento ai numerosi siti internet specializzati nel settore. Cercate sempre di avere in mente un prezzo minimo oltre il quale non volete scendere così da poter avere un margine di trattativa. In questo passaggio è bene stare alla larga da chi ci offre cifre troppo più alte rispetto al reale valore della nostra vettura. Dietro questa offerta così vantaggiosa, infatti, si potrebbero nascondere raggiri ben organizzati.

I consigli  per la vendita di un auto on-line

La principale insidia, tuttavia, riguarda le metodologie di pagamento. Sebbene la soluzione maggiormente indicata per il venditore sarebbe quella di ottenere un bonifico bancario prima di consegnare la propria auto usata, spesso, per mancanza di fiducia, l’acquirente preferisce pagare con assegno circolare contestualmente alla firma sui documenti del passaggio di proprietà. Se decidete di ricevere il pagamento mediante assegno bancario recatevi immediatamente in banca per verificare che non sia falso o contraffatto. Servirà qualche giorno per avere la sicurezza che l’importo indicato nell’assegno sia effettivamente coperto. Prima di consegnare le chiavi e i documenti della vettura verificate sempre l’avvenuto pagamento.

Venditore e acquirente dovranno redigere un atto che dovrà poi essere autenticato. Le firme dei due soggetti potranno essere autenticate presso i funzionari degli Uffici Provinciali dell’ACI che gestisce il P.R.A., notai, funzionari della Motorizzazione Civile, funzionari degli uffici comunali o titolari degli studi di consulenza automobilistica aderenti allo sportello telematico. Nel caso in cui l’autenticazione delle firme sia effettuata presso i funzionari della Motorizzazione Civile si dovrà obbligatoriamente procedere al passaggio di proprietà contestualmente, mentre negli altri casi questo passaggio potrà essere compiuto entro 60 giorni dall’autentica.

Per quanto riguarda il passaggio di proprietà, è consigliabile farlo presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista in modo da ottenere immediatamente il rilascio dei documenti e l’aggiornamento automatico degli archivi del Pubblico Registro Automobilistico e della Motorizzazione Civile. Come detto, se l’autentica delle firme non viene effettuata presso il P.R.A. o uno Sportello Telematico, il passaggio di proprietà potrà essere effettuato entro 60 giorni. Trascorso questo termine si può richiedere all’ufficio provinciale ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA) una visura.

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Avatar
Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.