Vettel sente la pressione

Vettel ironizza sullo spumante Ferrari. Le dichiarazioni

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Vettel ironizza sullo spumante Ferrari. Il siparietto si verifica durante la conferenza stampa di presentazione del Gran Premio di Imola. Infatti, alla fine della stessa gli viene chiesto se fosse al corrente che in questa stagione durante i festeggiamenti sul podio, lo spumante in dotazione si chiamasse Ferrari. Il pilota tedesco è stato abile a dribblare la domanda, rispondendo: “Beh, non lo sapevo… Ho guidato una Ferrari ma non ho mai bevuto quello spumante. E al momento devo dire che con l’Aston Martin siamo lontani dal podio per pensare di assaggiarlo…”.

 

Vettel ironizza sullo spumante Ferrari e fa il punto sul weekend

Vettel in conferenza stampa ha parlato anche della situazione con la Aston Martin. Al riguardo ha affermato: “Parte di questo venerdì lo abbiamo dedicato allo studio di novità aerodinamiche che mi hanno convinto e mi aiutano a livello di stile di guida. Dovrebbero aiutarci a fare un passo avanti in questo fine settimana e ad essere più competitivi rispetto al Bahrain. Abbiamo a disposizione i dati per essere più efficaci domani in qualifica”.

La stagione di Vettel non è iniziata nel migliore dei modi in Bahrain. Al riguardo il pilota tedesco ha spiegato: “Sì, non è stato un gran GP, però abbiamo lavorato su quanto accaduto e abbiamo reagito. C’è uno spirito ottimo nel team. Non siamo dove vorremmo essere ma stiamo crescendo passo dopo passo. In questi giorni ho lavorato al simulatore per capire come devo guidare la macchina in alcune circostanze”.

Siamo solo agli inizi di questa nuova stagione di Formula Uno, dove Vettel avrà a disposizione tanti Gran Premio per poter affinare il suo feeling con la nuova monoposto Aston Martin. Non resta quindi che seguire il Gran Premio di Imola, in programma questa domenica, per scoprire come si piazzerà al termine della corsa il pilota tedesco Sebastian Vettel.

Autore dell'articolo: Chiarella Serra

Avatar