Viaggio all’interno del laboratorio di Ingegneria Biomedica di Unicusano

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Unicusano è uno dei migliori atenei telematici e negli ultimi anni è cresciuto notevolmente. Questa crescita è stata favorita non solo dalla qualità dei suoi corsi e dell’ampia gamma di percorsi formativi messi a disposizione degli studenti. In particolare l’avvio di progetti sul territorio, in particolare nel grande campus universitario situato in via Don Gnocchi a Roma.

Da diversi anni ormai l’ateneo è impegnato anche nella ricerca medico – scientifica, attraverso la Fondazione Università Niccolò Cusano per la Ricerca Medico-Scientifica. E’ così che l’‘Università online Unicusano è diventata un punto di riferimento anche per la ricerca in ambito medico, dopo aver avviato diversi progetti di ricerca che potrebbero avere un grande risvolto positivo per la nostra società e che sono in grado di attrarre menti brillanti, desiderose di dare il loro contributo.

Laboratorio di Ingegneria Biomedica Unicusano: aperto a ricercatori e studenti

Il laboratorio di ingegneria biomedica di questa università è il punto di incontro per ricercatori professionisti, che possono trovare a loro disposizione strutture moderne e macchinari di ultima generazione, ma anche per studenti. Questi ultimi avranno la possibilità di accedere a dei progetti di ricerca di grande valore, dando il loro contributo ed apprendendo delle competenze che non si potrebbero apprendere in nessun altro modo, se non facendo pratica.

L’ateneo ha puntato molto su questo laboratorio di ricerca anche per ampliare l’offerta formativa garantita ai suoi studenti. Agli studenti di ingegneria biomedica, ad esempio, saranno proposti nel corso del percorso di laurea diversi progetti di ricerca a cui potranno prendere parte e sarà offerta loro anche la possibilità di fare la tesi di laurea con uno dei progetti di ricerca in corso.

Innovazione e sguardo verso il futuro

Per la creazione di questo laboratorio e per il suo mantenimento hanno stanziato ingenti fondi. Il denaro lo hanno impiegato principalmente per acquistare macchinari di ultima generazione, ma anche per l’assunzione di personale specializzato. Quest’ultima infatti rappresenta la linfa vitale indispensabile per il procedere dei progetti di ricerca.

Tra i macchinari, si segnala l’acquisto delle piattaforme NGS che si impiegano per analizzare l’RNA ed il DNA. Hanno poi acquistato diverse apparecchiature per analisi, tra cui dei microscopi confocali e dei microscopi ad immunofluorescenza. Non si deve dimenticare infine i macchinari impiegati per la coltura di modelli cellulari umani.

Sono previsti per i prossimi anni ulteriori investimenti, sia sul personale che sui macchinari. L’ateneo ha infatti intenzione d’impiegare negli anni venturi i fondi per l’acquisto di macchinari e per l’ampliamento degli spazi a disposizione dei ricercatori, al fine di offrire loro un’esperienza lavorativa ancora migliore e di consentire loro di impegnarsi in un numero maggiore di progetti di ricerca.

Quali sono i progetti di ricerca?

Sono diversi i progetti di ricerca attualmente in corso nel laboratorio di Ingegneria Biomedica dell’ateneo Niccolò Cusano a Roma. Uno dei progetti più noti è quello dedicato allo studio della sindrome del QT lungo, malattia cardiaca genetica.

Questa patologia porta il paziente ad avere un rischio elevato di andare incontro a delle aritmie e può portare anche alla morte cardiaca improvvisa. Viene definita sindrome del QT lungo proprio perché al tracciato elettrocardiografico si può evidenziare un allungamento del QT.

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.