Videogiochi: arriva la greenlife anche nelle realtà multimediali. Attenzione per l’ambiente la vera rivoluzione

Roma, la greenlife arriva anche nei videogiochi. L’importanza della greenlife si fa largo anche nella realtà virtuale dei videogames.” Cities: Skylines“è il videogioco gestionale in cui si costruiscono città e si animano le strade con colori e “odori” multietnici. L’applicazione, però, sta per ingrandirsi con una nuova modalità di gioco: “Green Cities”.

La Green Cities

Una nuova opzione multimediale che porta, tra le strade create dai gamers una pennellata di verde. Il genio creatore arriva dagli uffici della Paradox Interactive. L’estensione, che arriverà in tutti i gamestore nelle prossime settimane, aggiunge 350 asset che consentiranno al videogiocatore di promuovere uno sviluppo responsabile e sostenibile.

Il videogiocatore si tradurrà nella figura del sindaco. Questa nuova applicazione farà in modo che, anche nelle realtà virtuali, risuoni imponente il tema dell’impatto ambientale.

A  del giocatore ci sono auto elettriche, negozi di cibo biologico, edifici eco-friendly e servizi che, dice la compagnia, “rendono l’inquinamento un bizzarro concetto del passato“.  All’accrescimento urbano contato in palazzi, aree cementificato si traduce quello verde, dove i parchi, le case con minore impatto ambientale e gli uffici  circondati dal verde sono la vera ricchezza che porterà il gamers verso la strada della vittoria.

Via

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.