Vino novello 2019 italiano

Vino novello 2019 italiano, francese, dati, norme, uscita

intopic.it feedelissimo.com  
 

Vino novello 2019 italiano in tavola, quello francese a giorni: dati, norme, uscita

 


vino novello 2019 italiano francese

Coloro che stavano aspettando di degustare il vino novello italiano del 2019 possono finalmente portarlo in tavola; infatti le norme in vigore consentono la commercializzazione del vino novello italiano 2019 da ora e fino alla data di confezionamento del 31 dicembre.


Norme per la produzione e la commercializzazione del vino con la menzione “Novello” o “Vino Novello

Come previsto del Decreto si può utilizzare la menzione “novello” o “vino novello” nella propria designazione e presentazione soltanto per i vini :

  • a denominazione di origine;
  • ed anche ad indicazione geografica tipica;
  • per i quali negli appositi disciplinari di produzione sia stata espressamente prevista la tipologia «novello»;
  • dalla data di immissione al consumo fino alla data di confezionamento fissata al 31 dicembre  dell’annata relativa alla vendemmia da cui derivano le uve utilizzate per la loro.

Inoltre devono aver acquisito tutte le specifiche caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche
previste nei relativi disciplinari di produzione nella rispettiva zona di produzione e/o vinificazione.

Data uscita vino novello 2019 italiano: 30 ottobre – 31 dicembre

Le disposizioni in vigore, qualora non sia diversamente previsto nei disciplinari, hanno previsto come data di immissione al consumo il 30 ottobre dalle ore 0,01; naturalmente il riferimento temporale è in relazione all’annata di produzione delle uve dalle quali i vini derivano; dunque, si considera vino novello italiano 2019 quello derivante da uve raccolte dalla vendemmia 2019, con data di confezionamento ed immissione dal 30 ottobre 2019 al 31 dicembre 2019.

Elaborazione e caratteristiche specifiche del vino novello italiano

Il periodo di vinificazione non può essere inferiore a giorni dieci dall’inizio della vinificazione
stessa; inoltre, il vino novello deve essere ottenuto per almeno il 40% mediante il processo di
fermentazione con macerazione carbonica dell’uva intera.

Il titolo alcolometrico volumico totale minimo al consumo non può essere inferiore all’11%; mentre il limite massimo di zuccheri riduttori residui non deve superare i 10 gr./lt.

Da precisare che non sono più in vigore le indicazioni restrittive nell’uso di contenitori di capacità superiore a 1,5 litri; inoltre sono eliminati i vincoli sui materiali utilizzabili per i recipienti.

Divieto di menzione “Novello” – “Giovane” – “Nuovo

Per quanto riguarda i vini che non rispettano le condizioni indicate dalla normativa è vietato utilizzare le menzioni: novello, vino novello, nonché i termini giovane, nuovo o altre indicazioni similari.


Info Extra da Decreto: zuccheri nei vini liquorosi e vini frizzanti

Per i vini liquorosi possono essere utilizzate le seguenti indicazioni di tipo di prodotto, a condizione che ciascun tipo abbia un tenore di zuccheri residui compreso nei limiti a margine indicati:
a) “secco” ≤40 g/l;
b) “semisecco” o “amabile” 40≤100 g/l;
d) “dolce” ≥100 g/l.

Mentre per i vini frizzanti ed anche vini frizzanti gassificati possono essere utilizzate le seguenti indicazioni di
tipo di prodotto, a condizione che ciascun tipo abbia un tenore di zuccheri residui compreso
nei limiti a margine indicati:
a) “secco” ≤15 g/l;
b) “semisecco” o “abboccato” 12≤35 g/l;
c) “amabile” 30≤50 g/l;
d) “dolce” ≥45 g/l.


Vino novello 2019 italiano franceseProduzione vino 2019

Trascorso il 2018 che ha regalato una produzione abbondante, a livello mondiale 292 milioni di ettolitri, la vendemmia 2019 si attesta su valori sensibilmente più bassi; infatti la stima OIV indica tra 258 ed 267 milioni gli ettolitri (esclusi succhi e mosti). Italia, Francia e Spagna rappresentano l’80% dei volumi UE e registrano cali rispetto al 2018 ed anche alla media degli ultimi cinque anni:

  • Italia 46,6 milioni di ettolitri,  -16%;
  • poi la Francia 43,3 milioni ettolitri, -13%;
  • mentre la Spagna 34,3 milioni di ettolitri -30%.

 

Il vino novello italiano 2019 sta arrivando sulla tavola degli italiani in questo primo fine settimana, circa 2 milioni di bottiglie direttamente dalla vendemmia 2019. Per il vino novello francese 2019 si dovrà aspettare il giovedì 21 novembre.

 

Prossimo Vinitaly: Verona 19 aprile – 22 aprile 2020.

 

Puoi leggere anche:

Produzione olio extravergine 2019: anno boom Puglia

Coca Cola compra acque Lurisia

Alimenti che fanno bene al cuore: i 10 cibi da magiare

L’acqua frizzante è idratante come l’acqua normale?

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".