Volkswagen: segnalate perdite di potenza dopo la correzione delle emissioni

Volkswagen: segnalate perdite di potenza dopo la correzione sulle emissioni

Più della metà dei proprietari di Volkswagen, Audi e Skoda che si sono visti “correggere” le auto a seguito dello scandalo delle emissioni del diesel-gate, hanno successivamente lamentato scarse prestazioni e un consumo di carburante maggiore.

Perdita di potenza nei veicoli Volkswagen

Attualmente circa 41.000 proprietari hanno aderito all’azione di Harcus Sinclair UK. VW ha richiamato 1,2 milioni di automobili nel Regno Unito dopo lo scandalo sui test di emissioni, ma un numero crescente di proprietari si rifiuta di avere il lavoro gratuito a causa dei problemi successivi alla correzione.

Harcus Sinclair dice che il suo sondaggio ha rivelato che il 53% degli automobilisti, avevano riportato la riduzione dell’efficienza del carburante in seguito alla “correzione”. Più del 40% ha subito una riduzione nei tempi di accelerazione dell’auto, mentre 739 persone hanno riportato una perdita improvvisa di potenza quando l’auto è entrata in modalità “limp home”.

La casa produttrice tedesca ha finora rifiutato di risarcire coloro che sono stati vittima nel Regno Unito e si è impegnata a lottare tramite azione legale. Il mese scorso ha affrontato anche nuove affermazioni secondo cui il “fix” per le auto colpite potrebbe non fare la differenza nel mondo reale, a seguito di una perdita di documenti interni nei media tedeschi.

Damon Parker, capo della controversia di Harcus Sinclair UK, ha dichiarato: «Questi risultati dimostrano che la riparazione destinata a ridurre le emissioni può infatti avere un impatto negativo sulle prestazioni e sui costi di esercizio dell’auto. Sono passati quasi due anni dalla denuncia dello scandalo e l’unica cosa offerta ai consumatori è la cosiddetta ‘riparazione’. Un sondaggio dei nostri clienti suggerisce che ha causato altri problemi meccanici, portando a maggiori disagi, ansia sulla sicurezza delle loro auto e costi aggiuntivi per gli utenti».

Quali motorizzazioni riscontrano problemi?

Le vetture interessate includono VW, Audi, SEAT e Skoda con motori diesel 1.2, 1.6 e 2.0 prodotti tra il 2009 e il 2015. La maggior parte richiedono un semplice aggiornamento del software, ma alcuni – quelli con il motore diesel da 1.6 litri – hanno bisogno di lavori importanti.

Il governo britannico ha sostenuto la “riparazione” che, per la maggior parte dei veicoli, è stata approvata dai regolatori tedeschi. Il ministro dei trasporti, John Hayes, ha detto in aprile che stava chiedendo a VW di offrire un pacchetto di indennizzo ai consumatori britannici. Il Dipartimento per l’ambiente, gli alimenti e gli affari rurali ha detto che le emissioni causano 23.000 morti premature nel Regno Unito ogni anno.

Nel mese di marzo, il Guardian ha presentato il caso di James Harrison che ha sostenuto che la “correzione” aveva rovinato la sua Golf 1.6 diesel 2010. Dopo il lavoro la vettura ha cominciato ad andare in stallo ed era difficile riavviarla.

Altri proprietari di VW hanno riferito che i componenti del sistema di ricircolo dei gas di scarico e del filtro del particolato diesel devono essere sostituiti dopo che viene applicata la “correzione”. In alcuni casi VW ha pagato per il lavoro, ma in altri ha lasciato al proprietario 1000 sterline da pagare.

La Volkswagen si difende affermando che tali correzioni, non incidono sulle prestazioni dell’auto.

Fonte

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
   

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.