20 Novembre allerta meteo

20 Novembre allerta meteo i primi provvedimenti

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

20 Novembre allerta meteo. Il maltempo torna a preoccupare alcune regioni italiane.

Nel mese scorso, a causa delle cattive condizioni climatiche, molte regioni hanno subito danni e disagi irreversibili.

Nella giornata di domani, 20 Novembre è allerta meteo in alcune regioni. Dalla Sardegna alle regioni del Centro Italia la situazione spaventa.

La perturbazione, in arrivo nella giornata di domani provoca lo stato di allerta cui si unisce il freddo che in questi giorni fa scendere di molto le temperature.

20 Novembre è allerta meteo in alcune regioni italiane

Dopo le piogge torrenziali che nell’ottobre scorso hanno coinvolto alcune regioni, con nubifragi ed esondazioni, arrivano altre preoccupazioni.

L’allarme meteo, già nella giornata di domani fa temere per l’incolumità delle persone. Come se non bastasse, si unisce anche il freddo che si fa già sentire prepotente.

Le amministrazioni locali sono allerta e sono già pronte a diradare comunicati per tenere chiuse scuole e strade a rischio.

Per domani, 20 Novembre 2018, sono già stati stilati elenchi provvisori sulle chiusure. In questi non si escludono aggiunte e/o variazioni che dipendono ovviamente dalle condizioni climatiche.

La prima della lista è la Sardegna che sarà colpita da forti temporali.

La protezione civile dirama un comunicato che propaga l’allerta arancione a causa delle forti piogge.

L’abbondanza dei temporali, previsti nei prossimi giorni fa chiudere le scuole di Alghero (Sassari) Codrongianos e Sorso.

La perturbazione si sposterà poi sulle regioni centrali. Si rende noto che è molto importante far presente ai cittadini di tener conto di ogni provvedimento comunale.

Nel Lazio per ora, solo il sindaco di Cerrano (Frosinone), ha annunciato un provvedimento a breve per la chiusura delle scuole da domani.

Segue Napoli, dove la misura cautelare tocca Torre del Greco, Sarno, Siano e Angri.

Il Miur, ci tiene a precisare che i giorni di scuola persi saranno recuperati per tener fede ai reali 200 giorni.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24