Allarme Covid per la Serie A: ipotesi rinvio

Allarme Covid per la Serie A: ipotesi rinvio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Allarme Covid per la Serie A, i 14 tesserati del Genoa positivi al tampone Covid-19 preoccupano la Serie A.

Un articolo del Corriere della Sera, a firma Fiorenza Sarzanini, presenta le varie ipotesi sul tavolo, compresa quella della sospensione del campionato per 14 giorni. L’altra soluzione al vaglio è quella dello stop delle gare dove sono impegnate le squadre che hanno un numero elevato di positivi. Allarme Covid per la Serie A: ipotesi rinvio.

La decisione finale in merito a un possibile stop del campionato spetterebbe al Governo. Lo scorso Marzo, infatti Giuseppe Conte decise di fermare la Serie A.

Il blocco della Serie A per due settimane sarebbe agevolato dalla pausa prevista dal 5 al 13 ottobre per le nazionali, che farebbe saltare soltanto un turno.

L’altra ipotesi, ovvero lo stop degli incontri dove sono impegnate le squadre che hanno un numero elevato di positivi, vedrebbe il rinvio di Genoa-Torino di sabato prossimo (in attesa dei tamponi a cui saranno sottoposti i tesserati del Napoli, l’ultima squadra che ha giocato con il Genoa). Per ora si attende una notizia ufficiale in merito alla situazione.

Covid-19, Serie A il Campionato Italiano,  torna a temere per il suo regolare svolgimento

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sta seguendo la situazione, si legge sul Corriere, e valuterà eventuali interventi del governo se il numero dei contagiati dovesse estendersi ad altri club, ma dal ministero dello Sport hanno già chiarito che “le regole sono contenute nello stesso protocollo che la Lega ha proposto e poi approvato con le modifiche suggerite dal Comitato tecnico scientifico”. Per il momento il campionato di Serie A vive nell’incertezza. La speranza di tutti (tifosi e non) è che non escano nuovi contagi all’interno dei club sottoposti a più giri di tamponi. In caso di ulteriori positività potrebbe diventare davvero un grosso problema.

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24