Andy Warhol: un artista che ha lasciato il segno

Andy Warhol: un artista che ha lasciato il segno

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Andy Warhol: uno degli artisti più importanti al mondo

Andy Warhol. Ci sono nomi che se pronunciati, evocano ricordi e personaggi indimenticabili, Andy Warhol è uno di quelli.

Nato a Pittsburgh nel 1928 da genitori immigrati slovacchi, dopo qualche anno si trasferisce a New York dove inizia a lavorare come grafico pubblicitario per alcune riviste importanti.

Negli anni ’60 inizia a dipingere prendendo ispirazione da personaggi di alcuni fumetti come per esempio Popeye o Superman. Si dedica specialmente alle cosiddette “icone simbolo” del suo tempo, come per esempio le lattine di Coca Cola.

Dal suo stile semplice nasce la conosciuta e unica “Pop Art”.

Andy Warhol: un artista che ha lasciato il segno

Con le sue opere non intende portare avanti polemiche contro la società del suo tempo.

Non c’è nessuna intenzione di denuncia; semplicemente intende descrivere l’universo visivo della cosiddetta “società dell’immagine” di quel periodo.  Con gli anni fonda la cosiddetta “Factory”, ovvero un’officina di lavoro collettivo.

Andy Warhol: un artista a tutto tondo

Successivamente dedica il suo tempo al cinema creando alcuni cortometraggi, e aumentano anche le esposizioni delle sue opere all’interno di alcune delle gallerie più importanti del mondo.

Prova a fondare una band, ma non ci riesce, così si lega ai Velvet Underground, disegnandone la copertina del primo disco.

Passano gli anni e rischia perfino la vita in un attentato nella sua “Factory”.

Un artista completo, scrittore e produttore di film, Andy Warhol riesce a conquistare il pubblico passo dopo passo, incuriosendo sempre di più il pubblico.

Negli anni ’80 è produttore della Andy Warhol’s Tv, e sempre in quegli anni inizia a produrre una serie di ritratti di personaggi importanti, tra i quali anche Lenin.

Oltretutto porta avanti una serie di rivisitazioni di opere dei più grandi artisti del Rinascimento, come Leonardo Da Vinci, Piero della Francesca e non solo.

Famosissima ed inconfondibile è la sua Marilyn Monroe.

Muore il 22 febbraio 1987 e molti dei suoi oggetti sono stati messi all’asta e venduti per aiutare la Andy Warhol Foundation for the Visual Arts.

“Credo che comunque le persone dovrebbero pensare di meno.

Io non mi sforzo di insegnare alla gente a vedere le cose o a sentire le cose nei miei quadri: non vi è in essi assolutamente nessuna forma di educazione.”

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24