Borsa Italiana oggi 01 novembre 2019

Borsa Italiana oggi 05 novembre 2019: Milano +0,23%

intopic.it feedelissimo.com  
 

Oggi, 05 novembre 2019, Borse europee poco mosse, come il listino azionario della Borsa Italiana; a Milano bene il comparto Chimica e Materie Prime, dunque Piazza Affari chiude a +0,23%

 

Milano, lì 05 novembre 2019 – Chiusura della Borsa Italiana oggi: a Milano, Piazza Affari positiva ma altalenante per tutta la giornata, con titolo peggiore Ferrari; mentre le altre Borse europee hanno chiuso contrastate.

 


L’indice FTSE MIB oggi parte indeciso per poi prendere una tendenza stabilmente positiva a metà seduta; quindi, dopo la precedente chiusura, continua a crescere il listino azionario della Borsa di MilanoOggi brilla Azimut H, mentre il titolo azionario peggiore è Ferrari. Rendimento del BTP decennale gira intorno 1,12%.


Giornata della Borsa Italiana oggi 05 novembre 2019: a Milano, Piazza Affari debole come le Borse d’Europa.

Mercato azionario in apertura altalenante, ha effettuato un balzo nell’area positiva verso metà gioranta; dunque Piazza Affari segue le altre Borse europee tranne Madrid e Zurigo che sono negative.

Indici azionari in Europa oggi: FTSE MIB, FTSE100, Cac 40, Dax 30, IBEX 35, SMI

  • il FTSE MIB segna un +0,23%;
  • poi il FTSE 100 (Londra) registra un +0,25%;
  • mentre il CAC 40 (Parigi) arriva a +0,39%;
  • invece il DAX 30 (Francoforte) chiude a +0,09%;
  • inoltre l’IBEX 35 (Madrid) termina con un -0,09%;
  • infine lo SMI (Zurigo) porta a casa un -0,62%.

I titoli azionari in evidenza oggi sul listino della Borsa Italiana: le quotazioni di borsa FTSE MIB

I titoli azionari con quotazioni maggiormente premiate o penalizzate sul listino della Borsa di Milano sono:

  • le società quotate con maggiori perdite sono Ferrari -2,66%, Recordati -2,30%, nonché Atlantia -1,66%;
  • seguono anche Hera -1,30%, Prysmian -0,97%, Pirelli & C -0,96%;
  • invece le società quotate in crescita sono Azimut H. +3,45%, Saipem +3,29%, Tenaris +1,79%;
  • mentre Unicredit chiude a +1,65%, Eni a +1,60%, Intesa Sanpaolo a +1,47%.

Spread oggi, titoli di Stato: Italia, Portogallo, Spagna e Francia

Lo spread tra i Titoli di Stato ed il BUND tedesco è:

  • il BTP italiano chiude a quota 142,80 punti base contro il precedente valore di 144,00 ;
  • poi l’OT Portogallo si ferma a 56,10 punti base contro il precedente valore di 58,20 ;
  • mentre il Bonos spagnolo quota 64,20 punti base contro il precedente valore di 66,50 ;
  • invece l’OAT francese arriva a 29,70 punti base contro il precedente valore di 31,10 .

I cambi dell’Euro contro Dollaro, Franco, Pound, Yen, Real, Rublo e Grivnia

In tema di valute, i cambi dell’Euro di oggi quotano:

  • Eur/USD 1,10765 da 1,11223;
  • poi, Eur/CHF 1,099405 da 1,10012 ;
  • inoltre, Eur/GBP 0,85998 da 0,863415 ;
  • mentre, Eur/JPY 120,7885 da 120,9755 ;
  • invece, Eur/BRL 4,4228 da 4,4627 ;
  • nonché Eur/RUB 70,3049 da 70,6018 ;
  • infine Eur/UAH 27,52160 da 27,59399 .

Indici borsa in Asia: Hong Kong, Tokyo

  • Hang Seng Index -0,32%;
  • poi il Nikkei 225 Tokyo +0,13%;

Indici borsa in America:

  • Dow Jones +0,11% ed inoltre lo S&P 500 -0,12%;
  • invece il NASDAQ COMP. chiude a +0,02% ed il NASDAQ100 a -0,01%.

Le quotazioni dei beni rifugio oggi: oro, argento, petrolio (Brent / WTI)

  • quotazione oro è 43,13 euro al grammo invece di 43,52 euro;
  • mentre la quotazione argento è 0,5113 euro al grammo anziché 0,522 euro;
  • invece la quotazione petrolio Brent è 62,63 euro dall’ultimo valore di 62,08 euro;
  • infine la quotazione petrolio WTI è 56,97 euro dal precedente 56,45 ;

Notizie d’oggi 05 novembre 2019 dalla Borsa Italiana e mercati finanziari, che caratterizzano la giornata a Piazza Affari: news dalle società quotate e macroeconomia

Società quotate

#Crif – a #ottobre crescono le richieste di nuovi #mutui e #surroghe del +18,4% rispetto allo stesso mese del 2018. L’importo medio richiesto è 133.600 euro (+4,2% rispetto allo stesso mese 2018).

#Ferrari – Kepler Cheuvreux conferma outlook “hold” ma alza il target price a 150€ da 140€; mentre Equita replica il giudizio ma pone come target price 142€; invece Société Generale indica come outlook “buy” e target price 200$, dai 183$ precedenti; infine Credit Suisse fissa il target price a 205$, dai 180 precedenti, e outlook “Outpeform”.

#Azimut – nel Terzo trimestre #utile netto a 76 milioni (+92%), più che raddoppiato nei 9 mesi a 247 milioni.

#FinecoBank – Al termine dei primi nove mesi del 2019 presenta un #utile netto rettificato di 198,1 milioni (+10,8% rispetto allo stesso periodo 2018); mentre nel solo terzo trimestre l’utile rettificato è pari a 60,8 milioni (+13,3%). Sempre nei 9 mesi i #ricavi sono pari a 489 milioni (+5,2%), invece i costi operativi sono 185,2 milioni (+1,3%).

#Adecco – Terzo trimestre 2019 chiuso con #utile netto a 179 milioni di euro (-34%).

Europa

#E19 – A #settembre i prezzi alla #produzione industriale sono aumentati dello +0,1% rispetto ad agosto. Invece rispetto a settembre 2018 il dato è in calo dell’1,2%.

#GB – A #ottobre l’#indice #PMI servizi misurato da #Ihs Markit/Cips è salito a 50 punti dai 49,5 di settembre.

USA

Nel mese di #ottobre l’#indice #Ism servizi redatto dall’Institute for Supply Management è pari a 54,7 punti, dai 52,6 di settembre.

Puoi leggere anche:

Produzione olio extravergine 2019: anno boom Puglia

Facebook compra startup che controlla pc con pensiero

Terna e FCA insieme per la mobilità elettrica

Facebook e Luxottica occhiali a realtà aumentata smart

Coca Cola compra acque Lurisia

Si saprà il nome di chi effettuerà operazioni bancarie

Fibonacci: successione aurea e matematica moderna

Brahmagupta è il matematico che introdusse lo zero

Bitcoin: possibile boom nel 2020?

 

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".