Candele ecologiche fatte in casa

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le candele sempre di più stanno diventando un elemento decorativo peculiare per le case. Il piacere di accenderne una e creare un’atmosfera piacevole, è davvero rilassante. Se poi oltre alla luce soffusa, in casa diffondiamo un buon profumo, il risultato è elegante e riposante.

Candele fai da te

Esiste una grande varietà di candele, diverse per forma, colore, profumo ecc. Non tutte però rispettano l’ambiente e le aspettative. Perché può capitare che una volta accesa, il profumo sia talmente debole da non essere avvertito. Possiamo perciò crearle in casa, partendo da vecchia vasetti avanzati, spezie decorative, frutta essiccata, foglie o altri elementi naturali.

I passaggi per crearle a casa

Per una prima prova semplice, occorre procurarsi il materiale: dei vecchi pentolini, la cera, gli stoppini, i coloranti, gli oli essenziali e gli stampini. La scelta della cera è fondamentale sia per la resa delle candele che per la salute. Se in effetti quella d’api o di soia è più costosa, è vero che sono più ecologiche della paraffina, che brucia rilasciando nell’aria sostanze dannose.

Per la preparazione il metodo da seguire è lo scioglimento della cera a bagnomaria. In una pentola più capiente riempita a metà di acqua, se ne inserisce una più piccola dove mettere la cera. L’acqua deve scaldarsi ma non bollire, perché lo scioglimento deve essere lento e delicato, senza bruciare. Se si desidera delle candele colorate, all’interno si può aggiungere un pastello di cera della tonalità preferita. Anche le gocce di olio essenziale ora si possono versare all’interno, senza esagerare con le dosi.

Se abbiamo degli stampini di silicone, possiamo sistemare lo stoppino e poi versare la cera fino a riempire la formina. Se prima li teniamo immersi nell’acqua fredda, la solidificazione sarà anche più rapida. Una volta fredde, le candele si possono rimuovere dagli stampi. E a questo punto non resta che accenderle e godersi l’atmosfera e la soddisfazione di aver fatto un ottimo lavoro. Altrimenti, si può fare un secondo tentativo!

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24