Canone Rai: grattacapi

Canone Rai: grattacapi per l’addebito sulla bolletta

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Canone Rai: grattacapi per il doppio addebito sulla bolletta. Anche per il 2019, l’addebito del canone Rai sarà effettuato sulla bolletta telefonica come riscontro anagrafico di appartenenza.

Il Sistema di pagamento rateale, inerente l’addebito della tassa sulla televisione è effettuato ratealmente; con tale sistema, si va a coprire l’arco dei primi dieci mesi.

Nonostante gli utenti in genere, non gradiscono l’espediente, oggi risulta che lo stesso ha ridotto di molto l’evasione dalla tassa; il tutto portando buoni frutti.

Purtroppo, questo metodo ha messo in evidenza altre problematiche, come il duplice addebito sulla bolletta di casa.

Canone Rai: grattacapi per l’addebito sulla bolletta cosa fare

E cosa succede se il canone è addebitato per due volte? Succede che bisogna correre ai ripari; al fine di evitare pagamenti non dovuti.

Il doppio addebito del canone RAI, può accadere quando si è titolari di un utenza elettrica di tipo residenziale. Ed anche perchè il canone è già addebitato ad un altro membro della famiglia anagrafica.

In questa situazione bisogna presentare una dichiarazione sostitutiva per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’esatto codice fiscale già pagato per la tassa sulla TV.

Diventa a questo punto importante far presente da quanto tempo, chi fa la richiesta, appartiene a quel nucleo familiare. Se il far parte del nucleo familiare è avvenuto avanti al primo gennaio, il canone non deve essere pagato per tutto l’anno.

Al contrario, dal 2 Gennaio al primo luglio dell’anno di presentazione è necessario pagare il canone RAI entro il primo semestre.

Se invece la data indicata va dopo il 2 luglio, il canone deve essere pagato interamente. Dall’anno seguente il canone non si deve pagare.

Canone Rai: grattacapi e conclusioni

In conclusione: nel caso ci si trovi di fronte ad un pagamento ingiustificato, l’utente può chiedere il rimborso dello stesso. Basta collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate: sezione pagamento canone Rai.

Quindi, si rende noto, che nel caso di una nuova utenza elettrica, bisogna presentare una nuova dichiarazione sostitutiva di non detenzione. Questo, quando si è già titolare di un’altra utenza elettrica.

La nuova utenza, va presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della nuova fornitura energetica di tipo residenziale.

Il modello di dichiarazione si può presentare tramite diversi canali. Sia dall’applicazione web, o tramite intermediari come il CAF o Professionisti del settore.

Oppure, potete inviare una raccomandata. Quest’ultima va spedita all’indirizzo Agenzia delle Entrate ufficio di Torino 1 S.A.T.

Indicando lo sportello abbonamenti tv casella postale 22-10121 Torino con relativa copia di documento.

Leggi anche: Non paghi il canone RAI se…leggi l’articolo entro il 31

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24