Casa in affitto e lavori del locatario

Casa in affitto e lavori del locatario: paga il proprietario?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Casa in affitto e lavori del locatario: chi paga le spese per manutenzione?

Roma, lì 28 giugno 2019 – Con la casa in affitto e lavori del locatario c’è diritto all’indennizzo?


Che si tratti di lavori puramente estetici o necessari a ristrutturare l’abitazione è abbastanza facile che tra locatario e locatore nascano incomprensioni. Chi paga? Il proprietario partecipa in parte? Vediamo, dunque, cosa dice la Legge per non cadere in inutili discussioni.


[adrotate banner=”37″]

Casa in affitto e lavori del locatario
articolo 1592 codice civile – i Miglioramenti

Iniziamo ad andare più nello specifico, dunque addentriamoci nei meandri della norma civilistica. L’articolo 1592 del codice civile introduce l’argomento dei miglioramenti.

Salvo disposizioni particolari della legge o degli usi, il conduttore non ha diritto a indennità per i miglioramenti apportati alla cosa locata. Se però vi è stato il consenso del locatore, questi è tenuto a pagare un’indennità corrispondente alla minor somma tra l’importo della spesa e il valore del risultato utile al tempo della riconsegna.

Anche nel caso in cui il conduttore non ha diritto a indennità, il valore dei miglioramenti può compensare i deterioramenti che si sono verificati senza colpa grave del conduttore.

Casa in affitto e lavori del locatario indennizzati dal locatore

Come citato dell’articolo 1592 del codice civile, i lavori devono apportare miglioramenti alla cosa locata affinché consentano un indennizzo da parte del locatore; ovvero, una volta conclusi, devono aumentare il valore dell’immobile nel tempo e non provvisoriamente.

Quindi, la normativa esclude il diritto all’indennità come concetto generico ma lo riconduce all’interesse che ha il locatario di avere un vantaggio durevole; dunque, il locatario deve illustrare i lavori al locatore che deve valutare l’accrescimento del valore patrimoniale.

Casa in affitto e lavori del locatario
sentenza Cass. Civ. – sez. III – 6 giugno 2019 n. 15317

All’interno del dispositivo della sentenza si può leggere l’affermazione che:

…l’autorizzazione alla effettuazione di lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione non è consenso alla effettuazione di miglioramenti, che sono altra cosa rispetto alla manutenzione, sia pure straordinaria, della cosa locata;

… il diritto del conduttore alla indennità presuppone … che le relative opere siano state eseguite con il consenso del locatore …che deve concretarsi in una chiara ed inequivoca manifestazione di volontà 

Casa in affitto e lavori del locatario: ecco chi paga

Sulla base di quanto previsto dall’articolo 1592 del codice civile, avvalorato dalla sentenza n.15317 del 06 giugno 2019, affinché il locatore sia indennizzato è necessario:

  • che i lavori apportino un maggior valore patrimoniale per la cosa locata;
  • inoltre che il locatore dia espresso consenso.

Altre notizie di economia sulla pagina del sito.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".