Chievo di Di Carlo: retrocessione matematica in Serie B

intopic.it feedelissimo.com  
 

Dopo la sconfitta contro il Napoli, il Chievo di Di Carlo è ufficialmente retrocessa in serie B. L’allenatore Di Carlo si è mostrato amareggiato per la sconfitta subita contro la squadra allenata da Ancelotti.

Dopo 11 anni il Chievo si ritrova a dover retrocedere in serie B e il futuro di Di Carlo si trova in bilico. Lo stesso tecnico non si è sbilanciato sulle sorti del suo futuro da allenatore della squadra gialloblu. Non è bastato il goal del capitano Cesar, infatti la partita contro il Napoli si è conclusa con un’amara sconfitta firmata da una rete di Milik e una doppietta di Koulibaly.

Stagione difficile per il Chievo Verona

La stagione per la squadra gialloblu non era partita con il piede giusto e si è conclusa nei peggiori dei modi. A poche giornate dalla fine del campionato di Serie A, il destino del Chievo è già stato scritto. D’altronde le statistiche parlano chiaro e non lasciano alcun dubbio: la squadra del tecnico Di Carlo ha il peggior attacco e la peggior difesa di tutto il campionato di Serie A.

La prima e unica vittoria portata a casa dalla squadra di Di Carlo risale al 29 dicembre 2018, grazie ad una rete segnata su punizione da Emanuele Giaccherini. Con una solo vittoria, le sorti del Chievo erano più che prevedibili e la retrocessione in B inevitabile.

La sconfitta contro il Napoli alla trentunesima giornata di campionato, ha solamente anticipato le sorti di un destino già scritto. Il tecnico Di Carlo, a fine partita, ha comunque cercato di spronare come meglio poteva i suoi giocatori, incitandoli e motivandoli per le ultime sei partite che dovranno affrontare. Scopriremo più in la quali saranno le sorti del tecnico Di Carlo.

Per tutte le novità sul campionato di Serie A e sullo sport in generale, continuate a seguirci.

 

Fonte foto di copertina: chievoverona.it

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Avatar
Grafica pubblicitaria, appassionata di tecnologia e sport.