Conte boccia il discorso programmatico della Meloni: “Oltre un’ora di vuota retorica”

Conte difende il reddito di cittadinanza: “Le destre non avranno mai il suo scalpo”

 

ROMA – Conte difende il reddito di cittadinanza. In un’intervista al quotidiano “La Repubblica”, il presidente del Movimento 5 Stelle ha affermato:

“Le destre si sbracciano per colpire uno strumento di sostegno a lavoratori sottopagati, persone in povertà, minori, fragili, disabili. Ma strizzano l’occhio all’evasione fiscale da oltre 100 miliardi l’anno che noi abbiamo combattuto con programmi come il Cashback. Non esibiranno mai questo scalpo, si mettano l’anima in pace”.

Conte difende il reddito di cittadinanza: “Le destre non avranno mai il suo scalpo”

Poi Giuseppe Conte, sempre parlando del reddito di cittadinanza, ha aggiunto: “Abbiamo migliorato noi stessi il Reddito di cittadinanza: più controlli, più incentivi per accettare le offerte di lavoro, sgravi alle imprese per favorire le assunzioni”. Dunque, dopo Luigi Di Maio, ora anche Conte si è espresso sul RdC. E ancora: “I sindaci, specie nelle aree da rilanciare, non vanno lasciati soli. Faremo sentire la nostra voce al governo e nelle Camere”.

Il Movimento “si doterà di una struttura di monitoraggio sul Pnrr. Non ci basta aver conquistato quei 209 miliardi, ora vogliamo controllare che quei finanziamenti migliorino in tempi certi la vita delle persone”. Per Conte “senza il Sud non riparte l’Italia”. Draghi “abbracci la causa che il primo cittadino di Napoli Gaetano Manfredi ha aperto” riguardo alla carenza di personale. “I sindaci – prosegue Conte – non possono rischiare il flop del Pnrr, o fallisce il Paese”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24