Curiosity festeggia il quinto compleanno su Marte

Curiosity, il rover della Nasa che ci ha inviato un impressionante numero di immagini, analizzato diversi campioni di rocce e trovato probabili tracce di ‘vita aliena’ su Marte, ha festeggiato ieri il quinto compleanno. Per l’atterraggio, avvenuto nei pressi del Monte Sharp il 5 agosto 2012, ha utilizzato una procedura mai sperimentata prima di allora. Quando arrivò a destinazione, infatti, fu accolto da grida di gioia e applausi fragorosi dalla squadra di tecnici e ingegneri del Jpl di Pasadena (Jet Propulsion Laboratory) della Nasa.

L’obiettivo principale di Curiosity: scoprire tracce di vita su Marte

Subito dopo aver toccato il suolo marziano, Curiosity ha inviato le prime foto dell’area intorno al punto d’atterraggio. Immagini che per essere ricevute a Terra hanno impiegato circa 14 minuti, coprendo l’incredibile distanza di 248 milioni di chilometri. Nel corso della missione il rover non si è limitato a scattare solo foto, ma ha esaminato anche luoghi molto diversi tra di loro, in particolare quelli dove l’azione combinata di vento e acqua hanno lasciato tracce indelebili sul terreno. I dati degli ultimi tre anni e mezzo della missione spaziale, riguardanti l’esistenza di un grande lago nel passato del pianeta – resi pubblici lo scorso giugno – confermano che l’ambiente di Marte un tempo possedeva le giuste condizioni per l’esistenza di alcuni tipi di microbi. Il principale obiettivo di Curiosity, dunque, è proprio questo: scoprire se sul pianeta ci siano mai state forme di vita.

Il video pubblicato su youTube dalla Nasa mostra la marcia del rover

Per celebrare l’anniversario dell’atterraggio del rover su Marte, la Nasa ha pubblicato anche un video su YouTube in cui si possono osservare la marcia e le manovre di avvicinamento di Curiosity al monte Sharp,  che domina il cratere Gale. Nel filmato si vede il monte spuntare all’orizzonte, per poi diventare gradualmente sempre più vicino.

Via