Asteroide 2006 qv89 in arrivo sulla terra Asteroide diretto verso la Terra 28 08

Asteroide 2006 qv89 in arrivo sulla terra 23 09 2019

Asteroide 2006 QV89 in arrivo sulla terra 23 09 2019 con orbita a rischio 1 su 10000

Washington (USA), lì 19 agosto 2019 / Dalla NASA: ancora un altro corpo celeste con orbita a rischio, è l’asteroide 2006 QV89 in arrivo vicino alla terra previsto il 23 09 2019.

🌍 💥


Un asteroide è un corpo celeste che, anche in assenza di forma sferica, può essere assimilato, per la composizione chimica, ad un pianeta. Generalmente ha un diametro inferiore al chilometro anche se ne esistono di dimensioni superiori e sono comunque classificati come tali. L’Asteroide “2016 QV89 osservato 69 volte il 13 anni è diretto verso la Terra ma con traiettoria tale da non impattare col nostro Pianeta…forse !!


Leggi di più a proposito di Asteroide 2006 qv89 in arrivo sulla terra 23 09 2019

 
Hubble scatta nuove foto a Giove

Hubble scatta nuove foto a Giove: occhio alle tempeste

Il telescopio spaziale Hubble scatta nuove foto a Giove: gli scienziati guardano le tempeste che stanno cambiando

L’agenzia spaziale americana NASA e quella europea ESA hanno mandato in orbita nel 1990 il telescopio spaziale Hubble che ora scatta nuove foto a Giove; l’osservazione costante del pianeta con gli anelli, tra gli altri scopi, consente di studiare e capire le variazioni delle note tempeste che caratterizzano l’atmosfera.

Leggi di più a proposito di Hubble scatta nuove foto a Giove: occhio alle tempeste

Chandra vede quasar Pso167-13

Chandra vede quasar Pso167-13,buco nero primordiale

Il telescopio orbitale Osservatorio dei raggi X Chandra vede il quasar PSO167-13, il buco nero primordiale più vicino al Big Bang

 

Dalla NASA arriva una notizia che ha del clamoroso; infatti, l’Osservatorio dei raggi X Chandra vede quasar Pso167-13. Ad oggi è il buco nero più lontano mai osservato, nonostante sia nascosto da nuvole di gas e polveri.

Leggi di più a proposito di Chandra vede quasar Pso167-13,buco nero primordiale

Suoni dallo spazio: alieni

Suoni dallo spazio: alieni? No! Luca Parmitano! Ascolta

Arrivano suoni dallo spazio: sono gli alieni? No! È Luca Parmitano dj! Ascolta la sua playlist

 

Pianeta Terra a Stazione Spaziale Internazionale (orbita terrestre bassa), data astrale 15 agosto 2019 – Si sentono suoni provenire dallo spazio: sono alieni? 👽 … No, è l’italiano 🇮🇹 Luca Parmitano 🇮🇹

🪐🚀📡🎵🌙🌍🕺


Luca ParmitanoItalia! Paese di poeti, Santi, navigatori e … DJ!! Gli italiani sono famosi nel mondo per essere espressivi, allegri e quindi festaioli; dunque, il pilota veterano Luca Parmitano non poteva che portare nello spazio, oltre alla propria esperienza, la colorita italianità. “Astro Luca” passerà alla storia non solo per i viaggi spaziali ma anche per aver dato vita al primo dj set spaziale; infatti, ha mandato in onda uno vero e proprio show da oltre 400 Km dal suolo terrestre.


Leggi di più a proposito di Suoni dallo spazio: alieni? No! Luca Parmitano! Ascolta

Asteroide 2006 qv89 in arrivo sulla terra Asteroide diretto verso la Terra 28 08

Asteroide diretto verso la Terra: il 28/08 saremo vivi?

Il pericoloso asteroide “2019 OU1” è diretto verso la Terra: il 28/08 avverrà l’impatto?

 

Washington (USA), lì 14 agosto 2019 / Dalla NASA: -14 giorni dal possibile impatto dell’asteroide diretto verso la Terra, il 28/08 saremo ancora vivi?

🌍 💥


Un asteroide è un corpo celeste che, anche in assenza di forma sferica, può essere assimilato, per la composizione chimica, ad un pianeta. Generalmente ha un diametro inferiore al chilometro anche se ne esistono di dimensioni superiori e sono comunque classificati come tali. L’Asteroide “2019 OU1 è diretto verso la Terra ad una velocità di quasi 47000 Km/h !!


Leggi di più a proposito di Asteroide diretto verso la Terra: il 28/08 saremo vivi?

Neil Alden Armstrong, il primo uomo sulla Luna

Neil Alden Armstrong, il primo uomo sulla Luna

Ecco chi è Neil Alden Armstrong, il primo uomo a mettere i piedi sulla Luna!

 

Neil Alden Armstrong è nato a Wapakoneta (USA) il 5 agosto 1930 e prima di diventare un astronauta ha intrapreso la carriera di aviatore; infatti, ha partecipato come ufficiale US Navy anche alla Guerra di Corea.

Leggi di più a proposito di Neil Alden Armstrong, il primo uomo sulla Luna

sulla Luna entro il 2024

Sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis

Sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis. Il ritorno sul satellite topo 50 anni

Sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis. La NASA ripeterà, dunque, la straordinaria impresa nello spazio entro cinque anni. Circa due mesi fa l’emendamento del Presidente Donal Trump; si tratta di 1,6 miliardi di dollari di finanziamento che consentiranno l’inizio dei lavori di progettazione per il viaggio sulla Luna.
Il nuovo programma di esplorazione si chiamerà Artemis, come la dea della Luna e sorella gemella di Apollo.
Jim Bridenstine, amministratore della NASA, ha affermato che: “la prima volta che l’uomo ha messo piede sulla Luna, lo ha fatto grazie a un programma di nome Apollo. Quest’ultimo ha rivoluzionato per sempre la storia dell’umanità. Ma Apollo aveva un sorella gemella di nome Artemis. Dunque penso che sia straordinario che, dopo 50 anni, il programma Artemis riuscirà a portare, oltre al prossimo uomo, soprattutto la prima donna sul nostro satellite naturale“.

In effetti su circa 12 astronauti che hanno messo piede sulla Luna nessuna fra queste era una donna.

Leggi di più a proposito di Sulla Luna entro il 2024 con la missione Artemis

Il rover Curiosity rivela metano

Il rover Curiosity rivela metano su Marte

Il rover Curiosity rivela metano su Marte. La Nasa non ufficilizza ancora la notizia Il rover Curiosity rivela metano su Marte. Si tratta della più grande quantità di metano mai misurata sul pianeta rosso (più del doppio di quella rinvenuta nel 2005). I dati sono giunti a noi giovedì scorso e, ad oggi, gli scienziati […]

Missione Apollo 11, centro di controllo apre al pubblico

Missione Apollo, il centro di controllo apre al pubblico. Il 50esimo anniversario dello sbarco sulla luna è ormai vicino. Per questo motivo, la NASA ha in serbo una sorpresa per tutti gli appassionati di astronomia. Il centro di controllo dell’Apollo 11, che permise lo smarco dell’uomo sulla luna, sarà aperto al pubblico. Infatti, in occasione […]

Marte: nel 2020

Marte: nel 2020 potremo spedirci il nostro nome

Nel 2020 potremo spedire il nostro nome su Marte. La Nasa cerca di avvicinare sempre più l’uomo al pianeta rosso, né siamo sempre stati affascinati ma la conquista sembra vicina. Nel 1996 la rivista Science annunciava di avere prove concrete riguardo la vita su Marte dai campioni rilevati su un meteorite. Nel 2014 il rover Curiosity ha confermato la presenza nell’aria di elementi fondamentali per la vita (metano, idrogeno, ossigeno, carbono); da allora la ricerca non si è più fermata.

Marte: nel 2020 potremo spedirci il nostro nome grazie alla Nasa

Nel 2020 la nasa manderà su Marte un Rover chiamato Mars2020, questo scandaglierà il suolo di Marte alla ricerca di tracce di vita. Inoltre la missione permetterà anche a chiunque di inserire il proprio nome in un chip che sarà annesso al rover. Sul chip ci saranno i nomi di tutte le persone che vorranno viaggiare nello spazio. I nomi saranno incisi in righe spesse solamente 75 nanmetri, ossia un millesimo di un capello umano. Leggi di più a proposito di Marte: nel 2020 potremo spedirci il nostro nome