Di Maio alla Lega e al M5S Luigi di maio contro la proposta

Di Maio alla Lega e al M5S: “Da incoscienti destabilizzare il governo”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Di Maio alla Lega e al M5S: “Da incoscienti destabilizzare il governo”. Clima ancora incandescente tra i due principali partiti dell’esecutivo guidato da Giuseppe Conte. Ora il vicepremier e capo politico del Movimento 5 Stelle dice basta e interviene su Facebook bacchettando sia la Lega sia il M5S:

“Destabilizzare il Governo in questo momento in cui il Presidente del Consiglio sta portando avanti una trattativa difficilissima con l’Unione Europea è da incoscienti, e questo lo dico sia al Movimento che alla Lega. Non mi interessa se in buonafede o in malafede, ma se qualcuno in questa fase destabilizza il Movimento con dichiarazioni, eventi, libri, destabilizza anche la capacità del Movimento di orientare le scelte di Governo. Stiamo governando la Nazione Italia, non stiamo giocando a Eisiko. Si rimettano i carriarmatini nella scatola e ognuno porti avanti il ruolo che è chiamato ad assolvere nella società: ministro, parlamentare, attivista, cittadino”.

Di Maio alla Lega e al M5S: “Da incoscienti destabilizzare il governo”

Il monito di Di Maio è rivolto anche al suo compagno di partito,  Alessandro Di Battista, che a “1/2 h in più”, su Rai3, ha commento l’intervento in cui il ministro del lavoro invita a non destabilizzare il M5s e il governo:

“Ho visto il ministro dell’Interno (Matteo Salvini, ndr) annunciare che intende convocare i sindacati: questo è un modo di destabilizzare il governo, un ministro dell’Interno deve fare il ministro dell’Interno. Se fossi Di Maio, chiederei a Salvini dove intendere trovare i soldi per la flat tax. Io sono perfettamente d’accordo sul provvedimento ma bisogna trovare i soldi”.

Ma la posizione da ultimatum di Salvini è una novità nei rapporti tra due forze politiche ‘azioniste’ del Governo? Di Maio, ospite di ‘Un giorno da pecora’ su Radio 1, ha risposto ridendo:

“Ormai è un anno… No, non è una cosa nuova. E’ un atteggiamento che abbiamo visto più volte”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24