Dormire in una camera fredda: ecco i motivi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Secondo gli esperti dormire in una stanza fredda è importante per rimanere in forma: in base a quanto emerso da alcune ricerche scientifiche, il riposo notturno dovrebbe essere accompagnato da una temperatura ambientale compresa tra i 15 e i 19 gradi. In buona sostanza, i ricercatori sarebbero tutti concordi nel ritenere che il dormire in un ambiente refrigerato è un vero e proprio toccasana anche per preservare la propria giovinezza. Vediamo in questa guida quanto validato dal pool di esperti.

Dormire in una stanza fredda: quali sono le conseguenze per la salute?

Dormire in una stanza fredda apporta numerosi vantaggi e benefici per il benessere del proprio fisico. Secondo gli studiosi dell’American Academy of Sleep Medicine: “dormire in una stanza dalla temperatura superiore a 19° non consente all’organismo di raffreddarsi: ciò porta il corpo a rilasciare alti livelli di melatonina, ormone che aiuta a contrastare il processo di invecchiamento di cellule e organi”. Inoltre, l’organismo produce anche alti livelli di somatotropina, ormone della crescita che stimola a preservare la propria giovinezza. In particolar modo, le basse temperature attivano dei meccanismi che agiscono come fattori di protezione per lo sviluppo di malattie di tipo metabolico come il diabete. In primis, il freddo favorisce l’aumento della produzione del livello del grasso “buono” che, presente in basse quantità nei soggetti diabetici, raddoppia rispetto alla produzione normale. Inoltre, dormire in un ambiente raffreddato aiuta a mantenere sotto controllo il peso corporeo: durante la notte le basse temperature attivano il metabolismo che, lavorando per ristabilire la naturale omeostati termica, favorisce un maggior consumo di grassi e calorie anche durante il giorno.

Dormire al freddo: un segreto di eterna giovinezza?

Dormire con una temperatura esterna inferiore ai 19 gradi è un’ottima abitudine per chi vuole mantenersi giovane. È stato forse scoperto il segreto dell’eterna giovinezza? Non ancora, ma gli esperti consigliano di trascorrere le nostre notti al fresco per mantenere la pelle giovane ed elastica: il nostro corpo produce in maniera del tutto naturale due preziose sostanze anti-età, la melatonina e l’ormone della crescita. Quando la temperatura corporea raggiunge il suo picco minimo durante il sonno e si avvia il fisiologico processo di raffreddamento notturno, i livelli di melatonina aumentano. Di conseguenza, se la temperatura durante la notte è troppo elevata, il normale processo di raffreddamento corporeo viene ostacolato e i livelli di melatonina si riducono. Per quanto riguarda l’ormone della crescita, questo aumenta in presenza di basse temperature, rendendo la pelle più elastica e più tonica.

Dormire al freddo: è un rimedio per combattere lo stress?

Una camera da letto fredda è un ottimo rimedio per combattere lo stress? Durante la notte, il refrigerio aiuta ad abbassare la temperatura corporea ed a ridurre la quantità di cortisolo, l’ormone dello stress. Dormire al freddo fa bene per il nostro organismo umano, ma come si può raggiungere la temperatura ottimale? Il consiglio degli studiosi è il dormire nudi, meglio se in coppia. Infatti, il nostro organismo, in risposta al prolungato contatto corporeo durante la notte, produce un altro famosissimo ormone anti-stress, l’ossitocina. Comunemente chiamata ormone dell’amore e della felicità, questa piccola molecola svolge tantissime funzioni: favorisce la calma e il rilassamento, risveglia l’umore e facilita il sonno, aumenta l’appetito sessuale e combatte depressione, stress e pressione bassa. Le coppie che dormono nude, oltre a mantenersi in buona salute, sono meno stressate e decisamente più felici.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24