Election Day ufficiale per il 20 e 21 Settembre

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

E’ ufficiale l’Election day sarà a Settembre. La notizia circolava già da ore ma proprio ieri c’è stata la conferma. Tra il 20 e 21 Settembre gli elettori  saranno nuovamente chiamati alle urne. Si voterà sul referendum confermativo del taglio dei parlamentari. In sette regioni,  invece gli italiani sono chiamati a scegliere i presidenti di Regione e sindaci, ma anche per le suppletive del Senato. L’ufficialità della informazione sulla questione ha subito un leggero offuscamento da parte della notizia sull’accordo tra Governo e Aspi sulle concessioni autostradali. ” Il Consiglio dei Ministri, ha convenuto sulle date del 20 e 21 settembre, per l’indizione, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del referendum popolare confermativo ” – Si legge nel comunicato stampa pubblicato da Palazzo Chigi.

Election Day a settembre, si vota anche per il senato

La data delle consultazioni è indetta  in tal modo per far coincidere  con quella del referendum confermativo a quelle delle elezioni suppletive ( nei collegi uninominali 03 della Regione Sardegna e 09 della  Regione Veneto del Senato della Repubblica). Praticamente, l’election day  sarà quindi spalmato in due giorni. La conferma è arrivata anche da uno, dei diretti interessati alle elezioni del Veneto, Luca Zaia: ” Confermo che andremo alle elezioni il prossimo 20 e 21 Settembre. Finalmente, il Governo è arrivato a questa sofferta decisione. Se  avessero, tuttavia, accolto la proposta dei presidenti delle Regioni, si sarebbe già votato , in un periodo sicuro dal punto di vista sanitario”. Oltre alle suppletive e al referendum sul taglio dei parlamentari si andrà al voto anche in Veneto, Campania, Liguria, Marche , Puglia e Valle D’Aosta.

Si vota anche nei comuni

Non solo, si vota anche in 1131 comuni per il rinnovo dei sindaci e dei vertici delle province. Ancora però manca la decisione comune. Queste sono le prime elezioni, dopo una pandemia che ha mietuto parecchie vittime. Non è un mistero per nessuno che il Covid 19 ha paralizzato tutte le attività economiche. Ma anche la politica a causa del distanziamento sociale.

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24