Fabio Aru è pronto per Burgos

Fabio Aru è pronto per Burgos. Il ritorno

 

Fabio Aru è pronto per Burgos. La Vuelta a Burgos è iniziata oggi, martedì 28 luglio con la prima tappa. Questa è la corsa d’esordio per il Cavaliere dei Quattro Mori, Fabio Aru in questa nuova parte di stagione che si svolgerà con l’emergenza sanitaria in corso. Le sensazioni di Fabio Aru erano positive per questo nuovo inizio. In un’intervista rilasciata a Centotrentuno.com ha mostrato tutta la sua felicità per il ritorno su strada: “Siamo felici e pronti a correre a Burgos. Durante la clausura, ho avuto la possibilità di trascorrere del tempo a casa con la mia famiglia, ora mi sento rinfrancato e rinvigorito. E’ stato anche un periodo di lavoro intenso, arricchito da un passaggio in altura al Sestriere con la squadra per effettuare proficui allenamenti. Siamo tutti impazienti di poter attaccare nuovamente il numero di gara sulla schiena e di tornare a far parte del gruppo”.

Fabio Aru è pronto per Burgos. Sarà l’anno della rinascita?

Fabio Aru alla Vuelta a Burgos dovrà iniziare a dimostrare tutto il suo talento verso una rinascita che dopo alcune stagioni di buio, sembra esser più vicina. La corsa si sta svolgendo già oggi, martedì 28 luglio con la prima tappa e si concluderà sabato 1° agosto. Per Aru è uno dei primi impegni verso il tanto atteso Tour de France. Prima della Grande Boucle però, il Cavaliere dei Quattro Mori  affronterà il Mont Ventoux Dénivelé Challenge, il Tour de l’Ain, e in Italia sarà correrà con il Gran Piemonte, il Giro di Lombardia, e il Giro dell’Emilia. In questo nuovo calendario che prevede le grandi corse a tappe racchiuse in soli tre mesi, non ci sarà spazio per il Giro d’Italia. Molto probabilmente il corridore opterà per la Vuelta di Spagna. Non resta quindi che attendere il primo agosto per capire meglio le condizioni fisiche di Fabio Aru.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu