Fiume nascosto sotto il ghiaccio antartico: l’acqua liquida scorre sotto chilometri di ghiaccio.

I ricercatori antartici dell’Università del Rice hanno scoperto una delle ironie supreme della natura: sul continente più cupo e più freddo della terra, dove l’acqua superficiale raramente esiste, l’acqua liquida che scorre sotto il ghiaccio, come un fiume e sembra svolgere un ruolo fondamentale nel determinare il destino dei flussi di ghiaccio antartici.
La ricerca, che appare online in questa settimana in Nature Geoscience, segue un’analisi biennale dei corpi di sedimento e delle precise mappe dei muri che coprono 2.700 miglia quadrate del Mar Rosso occidentale.

Negli ultimi 15.000 anni fa, l’area era coperta da ghiaccio spesso che più tardi si ritirò per centinaia di chilometri di sterrato fino alla sua posizione attuale. Le mappe, create dai dati sonar di ultima generazione raccolti dal National Research Foundation Nathaniel B. Palmer, hanno rivelato come il ghiaccio si è ritirato durante un periodo di riscaldamento globale dopo l’ultima glaciazione della Terra. In numerosi luoghi, le mappe mostrano antichi corsi d’acqua – non solo un sistema fluviale, ma anche i laghi subglaciali che lo hanno alimentato.

Oggi l’Antartide è coperta da ghiaccio che in alcuni punti è più di 2 miglia di spessore. Anche se in profondità, il ghiaccio non è statico. La gravità comprime il ghiaccio e si muove sotto il proprio peso, creando un fiume di ghiaccio che fluiscono verso il mare. Anche con i migliori strumenti moderni, i fondali di questi massicci flussi di ghiaccio sono raramente accessibili all’osservazione diretta.

“Una cosa che conosciamo dalle osservazioni superficiali è che alcuni di questi flussi di ghiaccio si muovono a velocità di centinaia di metri all’anno”, ha detto il ricercatore post-dottorale di Rice Lauren Simkins, autore principale del nuovo studio. “Inoltre sappiamo che il ghiaccio, di per sé, è in grado di fluire a velocità non più di una decine di metri all’anno. Ciò significa che il ghiaccio viene aiutato e scivola su acqua o fango o entrambi. ”

Il Fiume liquido che scorre sotto il ghiaccio sembra svolgere un ruolo fondamentale nel determinare il destino dei flussi di ghiaccio antartici.

A causa della poca informazione su come l’acqua scorre attualmente sotto il ghiaccio antartico, Simkins ha affermato che il sistema fluviale fossile offre un quadro unico di come l’acqua antartica scava dai laghi subglaciali attraverso i fiumi fino al punto dove il ghiaccio incontra il mare.

“Le osservazioni contemporanee che abbiamo dell’idrologia antartica sono recenti, che dureranno forse un paio di decenni al massimo”, ha detto Simkins. “Questa è la prima osservazione di un ampio e scoperto canale intagliato dall’acqua che è collegato a entrambi i laghi subglaciali all’estremità a monte e al margine del ghiaccio all’estremità a valle. Questo dà una nuova prospettiva sul drenaggio canalizzato sotto il ghiaccio antartico.

Possiamo seguire il sistema di drenaggio fino alla sua fonte, questi laghi subglaciali, e poi al suo destino finale alla linea di terra, dove l’acqua dolce si mescola con l’acqua dell’oceano “.

Inoltre, l’Antartide ospita decine di vulcani che possono scaldare il ghiaccio dal basso.

Via