Gf Vip

Gf Vip, nuova strategia per salvare Katia. Il web protesta

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Gf Vip sempre più polemico dopo le accuse rivolte a Katia Ricciarelli per cui il web invoca dei seri provvedimenti nei confronti della cantante. La sua colpa è quella di aver adottato espressioni poco consone e forti nei confronti di Lulù, che a sua volta non si è risparmiata al riguardo. Nella casa ormai regna il caos e si sono formati diversi schieramenti, tra questi c’è quello formato anche da Valeria Marini che vuole proteggere Katia. La Marini ha affermato a Manila e Carmen: “A sto giro bisogna farle protezione, un bel muro, con Barù, Davide e Soleil, tutti dai ragazzi. Intanto va resa immune con la cosa dei preferiti, così non sarà votabile. Siamo noi tre, poi Barù, Davide, Soleil e Kabir. Dobbiamo fare qualcosa. Anche a Kabir va detto, così Katia diventa immune. Altrimenti fidatevi che lei va in nomination”.

 

Gf Vip, le parole di Valeria Marini

Valeria Marini ha poi aggiunto: “Se non lo facciamo la nominano, stanno aspettando questo. Invece così se lo facciamo la tuteliamo. Noi dobbiamo fare proprio così. Perché Katia è ipersensibile in questo momento. Ragazze lei è molto sensibile adesso, quindi dobbiamo spiegare a Kabir la situazione. Così facciamo muro intorno intanto”.

Cosa accadrà questa sera quando andrà in onda una nuova puntata del reality? Ricordiamo che inizialmente questa settimana non era previsto il doppio appuntamento, poi visto le recenti discussioni andate oltre la decenza, Signorini ha deciso di inserire un nuovo appuntamento per prendere dei provvedimenti. Riuscirà una parte della casa a proteggere Katia Ricciarelli? Non resta che attendere la puntata questa sera, in prime time su Canale 5. In studio sarà presente Alfonso Signorini con le opinioniste Adriana Volpe e Laura Freddi. Quest’ultima anche per questa puntata andrà a sostituire Sonia Bruganelli, assente in quanto in vacanza a Dubai con la famiglia.

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu