Fabio Aru

Giro d’Italia, Fabio Aru risponde presente

 

Fabio Aru parteciperà all’edizione 2019 del Giro d’Italia. L’ufficialità della sua presenza ai nastri di partenza è arrivata negli scorsi giorni. A darne la notizia è stato lo stesso capitano del team UAE Emirates insieme alla sua squadra. La corsa rosa prenderà il via il prossimo 11 maggio e saranno tre settimane ricche di sorprese e percorsi tra salite e sfide a cronometro. Reduce da una stagione negativa, Fabio Aru cerca il riscatto in questo 2019. Sicuramente la maglia rosa rappresenta uno degli obiettivi primari per il Cavaliere dei Quattro Mori, dopo il suo ritiro nella scorsa edizione e prestazioni poco brillanti alla Vuelta, con forfait anche ai mondiali.

Il corridore ha così spiegato la sua scelta: “La prospettiva di partecipare al Giro d’Italia offre sempre grandissimi stimoli per uno scalatore e il fatto di essere italiano apporta una carica emozionale aggiuntiva. Potete inoltre immaginare la mia volontà di trovare sulle strade della Corsa Rosa quelle soddisfazioni che non sono riuscito a cogliere nella scorsa edizione; ho il desiderio di ripagare sponsor, tifosi e organizzatori che mi hanno comunque sostenuto negli ultimi mesi. Il percorso presenterà molte salite a fronte di una certa quantità di chilometri a cronometro: arriveremo all’appuntamento preparati dal punto di vista tecnico e fisico per interpretare al meglio ogni dettaglio”.

Fabio Aru, le dichiarazioni del corridore

Fabio Aru è raggiante dopo aver annunciato la sua partecipazione al Giro d’Italia 2019 che prenderà il via da Bologna. A Sky Sport, queste le affermazioni del Cavaliere dei Quattro Mori: “Ho grandissimi stimoli. Per uno scalatore italiano è il massimo partecipare a questa manifestazione. Voglio togliermi le soddisfazioni che non ho avuto nella passata edizione. Arriveremo all’appuntamento preparati”. In carriera il sardo ha conquistato un terzo posto nel 2014 e il secondo gradino del podio nel 2015. Ricordiamo invece il suo ritiro nella scorsa edizione alla 19esima tappa. Più avanti, dopo che affronterà i primi impegni stagionali, Aru dovrà sciogliere la riserva anche per quel che riguarda il Tour de France. Al momento il corridore cerca delle risposte nelle sue corse, per valutare corsa dopo corsa non solo la sua voglia di fare, ma anche la sua condizione fisica per poter affrontare impegni importanti.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu